rotate-mobile
Cronaca

Bomba carta davanti a un'ottica: individuato il presunto autore del gesto

Arrestato dagli agenti della Squadra Mobile, il fatto risale al 6 gennaio scorso. Dopo aver scartato la pista dell'estorsione, gli inquirenti si sono rivolti a quella passionale, che non riguarda il titolare dell'attività

BRINDISI - Individuato il presunto responsabile di un atto intimidatorio accaduto a Brindisi il 6 gennaio scorso: qualcuno aveva piazzato una bomba carta davanti a un'ottica in viale Aldo Moro. Ieri, venerdì 14 aprile, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato Fabio Spagnolo, un brindisino 39enne, assistito dall'avvocato Ferruccio Gianluca Palazzo. I danni, nell'occasione, erano limitati all'esterno dell'attività commerciale. Gli inquirenti, coordinati dal pm della Procura di Brindisi, hanno battuto la pista passionale, che non riguarda il titolare dell'attività commerciale, l'Ottica Minno. Il presunto autore dell'atto intimidatorio è stato condotto in carcere.

L'ordigno è stato fatto esplodere proprio dinanzi alla saracinesca del negozio verso le ore 02:30 del 6 gennaio. Gli agenti della Squadra Mobile hanno appurato che il commerciante non aveva mai ricevuto richieste estorsive. Quindi, l'attività investigativa si è concentrata inizialmente sulla visione delle telecamere dell'impianto di videosorveglianza, le quali hanno consentito di appurare che un individuo, con cappello da baseball e mascherina per nascondere il volto, era giunto a piedi da via Irpinia, trasportando un pacco. Quest'ultimo era stato collocato vicino alla saracinesca del negozio.

L'uomo, dopo aver dato fuoco alla miccia, si era dileguato fuggendo dalla stessa direzione da cui era giunto. Le stesse telecamere avevano registrato la deflagrazione dopo circa 15 secondi. L'attività investigativa della Squadra Mobile ha permesso comunque l'identificazione del presunto autore dell'atto intimidatorio e l'accertamento del contesto in cui è maturato l'attentato. Nel comunicato diramato dalla Questura si parla di "una ritorsione a causa di una aggressione subita dall'attentatore qualche mese prima per movente passionale". Come detto, il movente passionale non riguarda il titolare dell'attività commerciale. Lunedì 17 aprile Spagnolo comparirà davanti al gip Barbara Nestore (Tribunale di Brindisi) per l'interrogatorio di garanzia.

Articolo aggiornato alle 10:20 (nome del presunto responsabile)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba carta davanti a un'ottica: individuato il presunto autore del gesto

BrindisiReport è in caricamento