Bruciava plastiche vicino al "Bosco del Compare", denunciato agricoltore

L'uomo, T.T. di Brindisi, era intendo a dare fuoco a sacchetti che contenevano concime per terreni

BRINDISI - Intervento della stazione carabinieri Forestale di Brindisi, in servizio di pattuglia nei pressi del “Bosco del Compare”, area rurale a ovest della città di solito battuta da cercatori di funghi e cacciatori. I militari, attirati da una colonna di fumo denso e acre, hanno individuato, all’ interno di un vicino fondo rustico coltivato a carciofi, un’ agricoltore, T.T. di Brindisi, intento a dare fuoco ad un cumulo di sacchetti di plastica vuoti, già contenenti concime per terreni.

Hanno quindi provveduto a denunciare l’agricoltore alla procura della Repubblica di Brindisi, contestandogli il delitto di combustione illecita di rifiuti, introdotto dal 2014 nel “Testo Unico Ambientale” (Decreto legislativo numero 152 del 2006, articolo 256-bis). Purtroppo il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, aggravato dal loro smaltimento illecito con il fuoco, continua a costituire un’emergenza del territorio, soprattutto nell’ area attorno al capoluogo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento