rotate-mobile
Cronaca

Morto senza identità: annegato tre ore prima del ritrovamento. Etichette abiti in italiano

Nessun malore, nessuna violenza: è morto per annegamento l'uomo di circa 65 anni che è stato trovato mercoledì sera (2 luglio) nei pressi della banchina Centrale. Le etichette degli abiti sono scritte in italiano.

BRINDISI - Nessun malore, nessuna violenza: è morto per annegamento l’uomo di circa 65 anni che è stato trovato mercoledì sera (2 luglio) nei pressi della banchina Centrale. Ma al di là delle cause del decesso, accertate nel corso dell’autopsia, in funzione dell’identificazione che nonostante la diffusione della foto (che riproponiamo proprio a tal fine), è stato importante rilevare che tutti gli indumenti indossati hanno etichetta e marca italiana. Nessuna griffe particolarmente nota, si tratta di abiti non particolarmente costosi, dato questo che può essere rilevante anche a indirizzare le ricerche.

Secondo quanto appurato dal medico legale Antonio Carusi, che ha svolto questa sera l’esame autoptico su delega del pm Milto Stefano De Nozza, il cadavere era rimasto in acqua all’incirca per tre ore.

Galleggiava nel porto interno, attorno alle 20.50 quando è stato avvistato da qualcuno che ha lanciato l’allarme.

Sono state avviate le indagini, delegate ai militari della capitaneria di porto al comando del capitano di vascello Mario Valente. Gli investigatori hanno passato al setaccio tutte le denunce di scomparsa in zona e non solo. Hanno cercato riscontro a quelle compatibili con la descrizione della vittima. Nessun risultato, neppure dopo che sui giornali è stata diffusa la foto del volto del 65enne (si tratta di un’età stimata): molti brindisini si sono recati presso la capitaneria e la questura fornendo indicazioni. Ma anche in questo caso, ogni approfondimento ha dato esito negativo.

Il volto della vittima sconosciuta 2-2-2C’è una “quasi” certezza, data dalle etichette degli abiti: la nazionalità dell’uomo è italiana. Ma resta il mistero, oltre che un interrogativo che desta una certa amarezza: sul serio c’è al mondo qualcuno così solo da non essere reclamato, cercato, neppure quando sono trascorsi tre giorni dal momento in cui non si hanno più sue notizie?

E’ un dramma della solitudine quello verificatosi a Brindisi, nella cornice del porto, in un pomeriggio d’estate? I fondali del porto, perlustrati dai vigili del fuoco, non hanno restituito alcun oggetto, effetto personale che possa essere utile a risalire alle generalità della persona deceduta. Non aveva con sé chiavi, documenti. Non v'erano auto, bici, mezzi abbandonati nei paraggi. Sul corpo non sono stati rinvenuti segni di violenza o colluttazione. Nessun malore, per lo meno a quanto emerso durante l’autopsia. Saranno fatti ulteriori esami sui tessuti. Sono state prelevate le impronte digitali e il Dna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto senza identità: annegato tre ore prima del ritrovamento. Etichette abiti in italiano

BrindisiReport è in caricamento