menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brindisi capitale del Tango: dal Comune contributi per diecimila euro

Assente la sindaca, la delibera proposta dall'assessore anziano Carella: "Evento di spettacolo, cultura e turismo, importante per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio". Ottomila euro per le spese, uso gratuito del Verdi con costi a carico dell'Ente: l'Asd European Tango regala 250 biglietti a cittadini segnalati dai Servizi sociali e riduce il costo delle quote di partecipazione per i ballerini a 15 euro

BRINDISI – Brindisi si prepara a diventare capitale italiana del Tango per la prima volta, evento che per il Comune è espressione di cultura e potenziale occasione di attrazione turistica, motivi per i quali la Giunta ha deliberato il riconoscimento di contributi per diecimila euro a titolo di partecipazione per la copertura di una parte delle spese che saranno sostenute dall’Asd European Tango di Roma, in qualità di organizzatore del festival-campionato.

Vito Carella-2L’invasione di tangheri, tra ballerini professionisti e appassionati, è in calendario dal 28 aprile al primo maggio, stando al programma presentato nella giornata di ieri a Palazzo Nervegna, alla presenza della prima cittadina Angela Carluccio. La sindaca era assente il 13 aprile scorso, giorno in cui la sua Giunta si è riunita per approvare la partecipazione dell’Ente “alla realizzazione degli eventi relativi al sesto campionato italiano di Tango & Festival”.

Quel giorno era a Roma, per l’incontro al Ministero dell’Ambiente. Mancava anche la sua vice facente funzioni, Mary Romanelli, di conseguenza la delibera è stata proposta da Vito Carella, in veste di assessore anziano (come da decreto di nomina). Tutti d’accordo. Compresi i due assessori dei Ds (gruppo dei Democratici e socialisti) assenti per giorni per questioni politiche legate alla richiesta di un assessore in più, a cui affidare il ruolo di vice sindaco. Sia Greco che Salvatore Brigante risultano presenti quella mattina, ma l’intesa con la Giunta e prima ancora quella fra i due assessori sarebbe naufragata da lì a poco se è vero che i Ds nelle ultime ore sono alle prese con un nodo tutto interno legato alla conferma o meno della stessa Maria Greco che, per alcuni del gruppo, sarebbe troppo vicina ai centristi.

Polemiche politiche a parte, gli assessori sono stati d’accordo nel ritenere l’evento tango importante per Brindisi: “Riveste – si legge – una forte valenza turistico per la diffusione dell’immagine della città”. “Il ricco programma di attività unitamente all’alto livello degli artisti invitati rendono, infatti, la manifestazione un vettore di arte, cultura, spettacolo e turismo in grado di garantire a Brindisi un concreto riscontro in termini di visibilità e valorizzazione del territorio”, è spiegato nella relazione di accompagnamento alla proposta per la concessione di un contributo a fronte di un costo complessivo previsto che raggiunge quota 32.900 euro, come si legge nel conto economico allegato alla richiesta di patrocinio presentata da Barbara Cicero per conto della European Tango Asd, associazione “delegata dal Ministero de cultura del Gobierno de la Ciudad Autonoma de Buones Aires”. A far da tramite da Roma e Brindisi, Ilaria Caravaglio, nome al quale è legato il tango in città.

Il Nuovo Teatro Verdi“Nello specifico appare, quindi, la connessione dell’iniziativa con il fine istituzionale dello sviluppo economico del territorio e il sotteso interesse della comunità cittadina”. La Giunta ha anche ricordato che la “European Tango Asd ha comunicato che, a fronte della partecipazione del Comune di Brindisi alle spese, sono previste riduzioni sulla quota a carico del pubblico per lo spettacolo conclusivo che si svolgerà nel Nuovo teatro Verdi e su quella a carico dei partecipanti”. “La quota standard alla finale verrà portata dal consueto prezzo di 25 euro a persona e un prezzo politico di 15 che includerà la partecipazione alla serata di Milonga in programma dalle 22, nella palestra Salvemini”, hanno stabilito gli organizzatori. “Inoltre, sempre in via eccezionale, e solo per l’edizione 2017, la quota dei competitori esclusi dalle finali sarà di soli cinque euro. Infine per tutti gli allievi delle scuole locali di tango e danza che ne faranno esplicita richiesta via mail, verrà riservato per il solo spettacolo finale, un prezzo speciale di 10 euro”. Non solo. “A ciò si aggiunge la destinazione di 250 biglietti di ingresso gratuiti per i cittadini brindisini, segnalati dal settore servizi sociali”. 

L’Amministrazione, stando alla delibera, parteciperà al campionato-festival italiano attraverso il riconoscimento di un contributo pari a ottomila euro, al quale si aggiunge “l’uso gratuito del Teatro Verdi, con costi dei servizi accessori, pari a duemila euro, a carico del Comune”. La somma complessiva, diecimila euro, trova capienza nel bilancio 2017.

Brindisi, quindi, è stata ufficialmente inserita negli appuntamenti che conducono al mondiale di Tango che ogni anno si svolge a Buenos Aires, nel mese di agosto, dopo le edizioni di Rieti, Terracina, Castel Volturno e Roma. “Lo spettacolo ha registrato sempre il tutto esaurito”, dicono gli organizzatori. “Per l’edizione 2017 valutiamo di prevedere per i quattro giorni del festival la presenza di 1.600-duemila persone”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento