Cronaca

Catena Fiorello inaugura la rassegna “Il Segnalibro-punto di lettura”

È stata la scrittrice Catena Fiorello, sorella dello showman Rosario e dell'attore Giuseppe Fiorello, ad inaugurare martedì 5 luglio, la terza edizione della rassegna letteraria "Il Segnalibro-punto di lettura. Estate 2016"

BRINDISI - È stata la scrittrice siciliana Catena Fiorello, sorella dello showman Rosario e dell'attore Giuseppe Fiorello, ad inaugurare martedì 5 luglio, la terza edizione della rassegna letteraria “Il Segnalibro-punto di lettura. Estate 2016”. La nota scrittrice siciliana è, infatti, giunta a Brindisi per presentare il suo ultimo libro, un romanzo d’amore dal titolo “L’amore a due passi” (ediz. Giunti) che racconta del sentimento sbocciato tra Orlando e Marilena, i due maturi protagonisti del libro, entrambi sulla soglia dei settant’anni.

Organizzata dalla libreria La Feltrinelli Point di Brindisi, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, la rassegna letteraria (che terminerà il 9 agosto) ha il supporto di sponsor come Aeroporti di Puglia, Rotary Club Brindisi, Titishipping, Viaggi Fazzina, Divani & Divani, Grand Hotel Internazionale, Ristorante Iaccato e Susumaniello Vineria e vanta la partecipazione di undici autori molto noti, presenti nelle più importanti kermesse letterarie.

A destra Carlo Toma-2

Il primo appuntamento della rassegna “Il Segnalibro-punto di lettura”, che quest’anno si svolge nell’accogliente giardino dell’ex convento Santa Chiara, è stato moderato dal giornalista Salvatore Vetrugno. A presentare la scrittrice è stato invece il direttore della Feltrinelli Point di Brindisi, Francesco Carlucci.

“Con  questa rassegna stiamo provando a fare anche qualcos’altro, ad aiutare le associazioni del territorio”, afferma il direttore, che ha spiegato come con una parte del ricavato della rassegna aiuteranno l’associazione BrinAil. “Parte del ricavato lo diamo all’associazione, creeranno una sala d’attesa per i parenti delle persone che si stanno curando”, afferma Carlucci, che ha proseguito annunciando che alla rassegna letteraria sarà aggiunto un ulteriore evento che si terrà il 29 agosto, alle 21.00 (sempre nel giardino dell’ex convento Santa Chiara) e che sarà in collaborazione con la Fondazione Di Giulio: la presentazione del libro dello scrittore Paolo Rumiz, dal titolo “Appia”.

Il pubblico-5-25

Ad arricchire le serate culturali è la mostra fotografica del documentarista Carlo Toma dal titolo “Uliando, Uliando. Tra gli ulivi del Salento alla scoperta dell’olio… rimasto in tronco”. Il documentarista ha spiegato come è nata l’idea della mostra fotografica allestita all’ingresso dell’ex convento Santa Chiara. “La mostra è solo una parte della raccolta degli scatti fotografici del libro che è nato da poco, si può dire fresco di stampa”, spiega Toma, “questa mostra è andata in giro, è stata all’estero, è stata a Cracovia, a settembre andrà a Malta, poi a Praga. Mi auguro che girerà ancora un po’ per far vedere questo nostro territorio” . Toma ha fotografato degli ulivi bellissimi e i visitatori potranno, con la loro fantasia, provare a capire cosa alcuni disegnatori hanno visto negli alberi di ulivo fotografati dal documentarista. Il libro di Toma è stato uno dei libri che ha permesso a Catena Fiorello di raccontare gli ulivi antropomorfi del Salento in uno dei capitoli del suo romanzo d’amore. La storia di “L’amore a due passi” è ambientata tra Roma e il Salento ed è la storia di due vedovi, che vivono nello stesso palazzo e del loro amore nato inaspettatamente in età matura. Il libro di Catena Fiorello è un omaggio al Salento e alla Puglia e alla bellezza della nostra terra. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catena Fiorello inaugura la rassegna “Il Segnalibro-punto di lettura”

BrindisiReport è in caricamento