Cronaca

Condannati gli armieri della Scu 'nominati' da Gabibbo: pene fino a 4 anni e 4 mesi

Erano armi dell'arsenale griffato Scu, lo erano secondo l'accusa e anche a parere del gup del tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, ha condannato quattro persone, tra cui un pentito, per il possesso di armi destinate alla Sacra corona unita.

MESAGNE - Erano armi dell’arsenale griffato Scu, lo erano secondo l’accusa e anche a parere del gup del tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, ha condannato quattro persone, tra cui un pentito, per il possesso di armi destinate alla Sacra corona unita. Si tratta di Benedetto Maglie, condannato a 4 anni e 4 mesi, Daniele Dello Monaco a 4 anni; Cosimo Capodieci a 3 anni, e del collaboratore di giustizia Francesco Gravina, detto Gabibbo, per cui la  pena stabilita è di 2 anni e 6 mesi.

Le rivelazioni di Gravina consentirono di ritrovare in possesso agli altri tre, tutti di Mesagne (Brindisi) due pistole, un fucile e una bomba a mano. Furono le primissime dichiarazioni da collaboratore che l’ex boss Scu rese agli investigatori. Gli arresti furono eseguiti in flagranza dalla polizia nel marzo scorso, poi nel luglio al gruppo fu contesta anche l’aggravante dell’aver favorito, con la detenzione abusiva di armi, l’associazione di stampo mafioso denominata Sacra Corona Unita.

Il pm, Alberto Santacatterina aveva chiesto la condanna a 4 anni e 8 mesi per Benedetto Maglie, a 4 anni e 6 mesi per Daniele Dello Monaco, a 4 anni per Capodieci e a 2 per Gabibbo a cui è stata inflitta una pena superiore. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Raffaele Missere, Gianfrancesco Castrignanò e Davide Di Giuseppe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannati gli armieri della Scu 'nominati' da Gabibbo: pene fino a 4 anni e 4 mesi

BrindisiReport è in caricamento