Cronaca

Da Brindisi a Sava per tentare una rapina in gioielleria, scoperti e arrestati

Da Brindisi a Sava nel Tarantino per fare una rapina in una gioielleria ma la commessa si accorge in tempo delle insane intenzioni e chiama i carabinieri. È così che nel pomeriggio di ieri tre giovani brindisini sono stati arrestati dai carabinieri della locale stazione per tentata rapina in concorso

BRINDISI - Da Brindisi a Sava nel Tarantino per fare una rapina in una gioielleria ma la commessa si accorge in tempo delle insane intenzioni e chiama i carabinieri. È così che nel pomeriggio di ieri tre giovani brindisini Matteo Aprile 25 anni, Rocco Roma 22 anni e Andrea Bruno Laquercia 21 anni, incensurati, sono stati arrestati dai carabinieri della locale stazione per tentata rapina in concorso. Sono stati trovati in possesso di nove fascette di plastica da elettricista, una pistola scacciacani modificata e sacchetti di plastica telata. Hanno raggiunto il comune del Tarantino a bordo di una Fiat Punto intestata alla madre di uno dei tre a cui avevano anche modificato la targa.

Con la scusa di acquistare i regali natalizi per le fidanzate, in due, in momenti differenti, hanno effettuato un sopralluogo nel negozio Immagine-materiale-sequestrato-419x500-2preso di mira nella mattinata di ieri giovedì 18 dicembre. Hanno visionato un “punto luce” e un orologio da polso. La commessa insospettita dall’atteggiamento dei due ha informato dell’accaduto i carabinieri che non hanno esitato a visionare le telecamere di sicurezza installate nel negozio di preziosi.

Uno dei due giovani è poi tornato nel pomeriggio, ma la titolare, con una scusa, lo ha rimandato indietro e ha telefonato ai carabinieri. Poco dopo una pattuglia ha intercettato l'auto con i tre brindisini, che hanno tentato di dileguarsi. Arrestati sono stati posti ai domiciliari. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Brindisi a Sava per tentare una rapina in gioielleria, scoperti e arrestati

BrindisiReport è in caricamento