Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Due leccesi pizzicati per furto al centro commerciale "Le Colonne"

Individuati e denunciati dal personale della sezione volanti. Intanto proseguono i controlli anti-Covid nelle zone della movida

BRINDISI - Hanno tentato il furto nel centro commeciale "Le Colonne", ma sono stati individuati dagli agenti della Questura di Brindisi. Continua l'attività di prevenzione e repressione dei reati in genere da parte della sezione volanti della Questura di Brindisi. Nella settimana che ha segnato il ritorno della regione Puglia in zona gialla e la concomitanza della chiusura del Carnevale, c'è stato un incremento dei controlli delle forze dell'ordine in tutta la provincia. Solo negli ultimi giorni, gli uomini della Questura, coadiuvati dagli equipaggi del reparto prevenzione crimine di Lecce, hanno identificato nella centro di Brindisi circa 300 persone procedendo, in presenza dei necessari presupposti, alle violazioni della normativa sul contenimento del contagio da Covid19; nella sola serata di ieri (18 febbraio) sono state contestate tre violazioni.     

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 17 febbraio, una pattuglia dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, nel corso dei servizi di controllo del territorio ha denunciato in stato di libertà P.C. (classe 1968) e L.C.( classe 1967), entrambi pregiudicati originari della provincia di Lecce, resisi responsabile del reato di tentato furto presso il centro commerciale "Le Colonne", dove di sono impossessati di oggetti e beni di vario genere per un valore commerciale di circa 60 euro. Il direttore, allertato dal personale impiegato presso il centro commerciale, ha chiamato il numero di emergenza facendo intervenire una volante giunta sul posto pochi istanti dopo. Gli autori del tentativo di furto, dopo le formalità di rito, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due leccesi pizzicati per furto al centro commerciale "Le Colonne"

BrindisiReport è in caricamento