Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

E il gip rimette in libertà De Rinaldis

"Cessate le esigenze cautelari": accolta l'istanza del difensore, Luca Leoci. Il ragazzo era ai domiciliari dal 19 agosto 2015, giorno della sparatoria in piazza Botticelli

BRINDISI – Torna in libertà Francesco De Rinaldis, 28 anni, brindisino, ai domiciliari per la sparatoria avvenuta in piazza Botticelli il 19 agosto 2015.

Il gip del Tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, nella mattinata di oggi (10 marzo) ha accolto l’istanza presentata dal difensore dell’imputato, Luca Leoci, al termine dell’udienza del processo con rito abbreviato, sottolineando la cessazione delle esigenze cautelari.

Il giovane è accusato di favoreggiamento personale per aver aiutato Gianluca Tanzarella, ritenuto l’autore materiale della sparatoria, a nascondersi subito dopo il fatto nella sua abitazione alla porte di Brindisi. E’accusato, inoltre, di detenzione dell’arma, un fucile calibro 12, con una sola canna, matricola abrasa, che venne ritrovato sotto terra. Resta, invece, ristretto in carcere Tanzarella, imputato anche lui in abbreviato per danneggiamento aggravato, per aver sparato all’indirizzo di una finestra di un condominio in piazza Botticelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E il gip rimette in libertà De Rinaldis

BrindisiReport è in caricamento