menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fidanzati trovati con hashish in casa, lui resta in carcere lei torna libera

Convalidato l’arresto e confermata la detenzione in carcere, rimessa in libertà la fidanzata per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Sono queste le decisioni del gip per il 23enne brindisino Orazio La Gatta e la sua fidanzata Erika Lanzillotti arrestati mercoledì corso dai carabinieri

BRINDISI - Convalidato l’arresto e confermata la detenzione in carcere, rimessa in libertà la fidanzata per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Sono queste le decisioni del gip per il 23enne brindisino Orazio La Gatta e la sua fidanzata Erika Lanzillotti arrestati mercoledì corso dai carabinieri perché trovati con hashish, che oggi, affiancati dall’avvocato Daniela D’Amuri, hanno affrontato l’interrogatorio di convalida. La Gatta, già ai domiciliari, si dileguò non appena i militari entrarono in casa sua per la perquisizione, furono trovati 85 grammi di hashish, suddiviso in dosi, 205 euro in contati e radio scanner per intercettare le forze di polizia. La fidanzata fu arrestata perché presente alle operazioni, nella scarpa nascondeva qualche grammo di “fumo”. Oggi il 23enne ha spiegato che tutta la droga era sua e che la sua compagna, convivente, non aveva nulla a che fare con il rinvenimento della droga. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento