Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

I rifiuti del Nord Est a Brindisi: 9 condanne. Tolti i sigilli a Formica: "Si è messa in riga"

Non che non sia stata mal gestita in passato negli anni in cui sono state svolte indagini accurate sul 'traffico di rifiuti'. Ma oggi c'è garanzia che la Formica Ambiente, società che figurava tra le persone giuridiche imputate e che è stata condannata a pagare una sanzione di 45mila euro

BRINDISI - Non che non sia stata mal gestita in passato negli anni in cui sono state svolte indagini accurate sul ‘traffico di rifiuti’. Ma oggi c’è garanzia che la Formica Ambiente, società che figurava tra gli imputati e che è stata condannata a pagare una sanzione di 45mila euro per l’illecito amministrativo attribuitole, si sia dotata dei modelli gestionali e operativi che servono a evitare il ripetersi di condotte analoghe ai quelle andate in scena ai tempi che furono, dagli anni 2006 in poi, quando stando a ciò che fu accertato dai carabinieri del Noe delegati dal pm Giuseppe De Nozza, lì dentro “entrava di tutto”.  La discarica, per questo, è stata oggi dissequestrata al termine del processo che porta il suo nome. .

Nel 2009 furono eseguiti 10 arresti e il sequestro dell’impianto, 11 in tutto gli imputati nel processo sorto da quell’inchiesta. E per quanto in materia ambientale sia davvero cosa rara giungere a un pronunciamento che accerti la responsabilità a diversi anni dai fatti, per la fragilità della normativa in materia, il Tribunale in composizione collegiale (De Angelis, Cacucci, Nestore) ha oggi deciso nove condanne a pene fino a tre anni, un’assoluzione e un proscioglimento per prescrizione. I reati contestati erano a vario titolo gestione illecita, traffico di rifiuti, corruzione e rivelazione del segreto d’ufficio.

Il procuratore capo Marco DinapoliIn aula a sostenere la pubblica accusa oltre al pm De Nozza, anche il procuratore della Repubblica, Marco Dinapoli. Il dispositivo è stato letto al termine di una camera di consiglio durata tre ore: tre anni per tre imprenditori del Nord; Loris Filomena, sei mesi; Giovanni Birtolo, sei mesi; Paolo Castiglione, nove mesi; Vincenzo Fiorillo un anno e dieci mesi, Francesco Spagnoletto, sei mesi; Cosimo Cucinelli, nove mesi.  Per due degli imputati di una impresa del Nord, ancora, l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni e l’interdizione alla capacità di trattare l’attività di gestione dei rifiuti e dalle imprese capaci di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno; Vincenzo Fiorillo incapace di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno. Pena sospesa per Castiglione, Filomena e Cucinelli, Vincenzo Fiorillo e Francesco Spagnoletto.

Condannata anche l’unica persona giuridica imputata, la Formica Ambiente, ritenuta responsabile dell’illecito amministrativo attribuitole dovrà pagare una sanzione amministrativa di 45.000 euro. Il risarcimento per la parti civili, il ministero dell’Ambiente andrà determinato in sede civile.

Il pm Giuseppe De NozzaAssolto Gianluca Di Giulio, prescritti alcuni reati (mentre assolto per altri) per Alessandro Morgese. E’ stata ordinato infine il dissequestro della società Formica Ambiente perché “si è dotata – è riportato nel dispositivo letto dal presidente del collegio giudicante, Stefania De Angelis – di modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quelli accertati”. 

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Rosario Almiento, Alessandro Dello Russo, Aldo Gianfreda, Domenico Attanasi e Michele Fino, Paolo D’Amico, Cosimo Pagliara. Buona parte dei rifiuti proveniva secondo quanto evidenziato dal pm nella sua requisitoria proprio dal valoroso Nord Est, tanto brillante in materia industriale, portati nel ‘vituperato’ meridione, in particolare nel Brindisino, utilizzato come pattumiera dell’Italia. C'erano poi agenti forestali compiacenti, anch'essi ritenuti responsabili dal Tribunale.  

Le motivazioni saranno depositate in novanta giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rifiuti del Nord Est a Brindisi: 9 condanne. Tolti i sigilli a Formica: "Si è messa in riga"

BrindisiReport è in caricamento