Gare notturne in città: “Strada trasformata in circuito per moto”

Accade in via Caduti di via Fani, al rione Sant’Elia. Un residente: “Prima o poi qualcuno si farà male”

BRINDISI – Le moto sfrecciano fino a superare i 100 chilometri orari, su un asfalto insidioso. Quasi ogni notte, via Caduti di via Fani si trasforma in un circuito di gara, con disagi per i cittadini e rischi enormi per chi partecipa alle sfide clandestine su due ruote. Lo segnala alla redazione di BrindisiReport un cittadino, con un mix di preoccupazione ed esasperazione. Il motodromo fai da te va dall’imbocco del ponte di via Caduti di via Fani, altezza liceo classico, alla rotatoria di collegamento con la strada statale 7 Brindisi-Taranto.  Più o meno a metà percorso c’è anche la rotonda realizzata in corrispondenza del centro commerciale Brin Park.

Si tratta di un rettilineo con isola spartitraffico centrale. Ai margini della carreggiata si depositano dei cuscinetti di aghi di pino che cadono dagli alberi. Una piccola distrazione o una manovra sbagliata è in un baleno ci si ritrova sull’asfalto, o, peggio, contro un tronco. I rombi di motore disturbano il sonno dei residenti non prima della mezzanotte.

“Pur nella consapevolezza della esiguità delle pattuglie disponibili – spiega l’autore della segnalazione – sarebbe consigliabile qualche giro di controllo da parte delle forze dell’ordine. Perché prima o poi qualcuno potrebbe farsi seriamente male. E’ necessario inoltre rimuovere il tappeto di aghi di pino che si deposita sull’asfalto, per scongiurare il rischio di incidenti”. Proprio nella tarda serata di ieri, infatti, uno scooter a bordo del quale procedevano (a velocità moderata) due ragazzi, dopo aver slittato sugli aghi di pino, si è scontrato con un’auto in sosta, trascinando i malcapitati sulla strada per una cinquantina di metri. Sul posto si sono recati i soccorritori del 118 e la Polizia Locale. I due, fortunatamente, non hanno riportato gravi ferite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

Torna su
BrindisiReport è in caricamento