rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Via Andrea Mantegna

Gatto investito e poi impalato con manico di scopa davanti a una scuola

Qualche sadico buontempone ha trafitto un gatto, che era stato probabilmente investito e ucciso da un'auto, con un manico di scopa in plastica. E' accaduto a Brindisi, in via Mantegna, al Casale, proprio nei pressi della media Kennedy e la scena è stata putroppo notata stamani dai genitori e dai ragazzi che hanno dato l'allarme.

BRINDISI - Si gioca all’orrore. E lo si fa dinanzi a una scuola, per strada, per dar sfogo a chissà quale becero impulso. Qualche sadico buontempone ha trafitto un gatto, che era stato probabilmente investito e ucciso da un’auto, con un manico di scopa in plastica. E’ accaduto a Brindisi, in via Mantegna, al Casale, proprio nei pressi della media Kennedy e la scena è stata putroppo notata stamani dai genitori e dai ragazzi che hanno dato l’allarme.

Sul posto sono intervenuti i volontari dell’associazione animalista Aidaa, oltre che i veterinari della Asl e i poliziotti municipali. E’ stato accertato che a provocare la morte del gatto non è stata la tortura impostagli, ma l’impatto con un’auto. Poi, successivamente, qualcuno lo ha ‘impalato’ con l’asta appuntita e lasciato lì, perché fosse visibile alla gente.

Il gatto impalato-2“Oltre al mancato soccorso da parte dell'investitore ci troviamo anche di fronte ad uno sfregio senza precedenti- affermano Lorenzo Croce presidente nazionale Aidaa e Antonella Brunetti pro-presidente dell'associazione- purtroppo il problema dell'omissione di soccorso degli animali per strada è a noi ben noto, ma in questo caso appare evidente che a questo è seguito l'impalamento del gatto morto, un fatto raccapricciante per il quale non bastano leggi ed ordinanze. Si tratta questione di cultura e di rispetto per la vita”.  

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto investito e poi impalato con manico di scopa davanti a una scuola

BrindisiReport è in caricamento