Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

In auto con oltre un chilo di droga: arrestati tre brindisini

In carcere Francesco Vindice, 26 anni, Simone Massaro, 23, e Omar Sviato, 26: sequestrata la Seat Leon di proprietà di quest’ultimo. Marijuana, hashish e cocaina tra paraurti e sportello

BRINDISI – Marijuana, hashish e cocaina nascoste fra paraurti e sportello di una Seat Leon, per un totale di 1.240 grammi. Quantitativo che doveva restare lontano dagli occhi dei poliziotti e che, invece, è stato scoperto con conseguente arresto in carcere di tre ragazzi di Brindisi: Francesco Vindice, 26 anni, Simone Massaro, 23, e Omar Sviato, 26.

droga arresto vindice e co-2

L’accusa

Tutti e tre sono accusati di detenzione ai fini di spaccio e nella casa circondariale di via Appia attenderanno l’udienza di convalida davanti al giudice per le indagini preliminare del Tribunale di Brindisi, al quale il pubblico ministero Raffaele Casto presenterà il risultato dell’attività posta in essere dagli agenti della sezione Volanti, diretti dal vice questore aggiunto, Vincenzo Maruzzella.

L’arresto

I brindisini sono stati fermati nella serata di sabato 4 maggio in via Egnazia, quartiere Paradiso, di Brindisi, dopo essere stati notati in via Pirandello. I poliziotti hanno notato i tre vicino alla Seat di colore nero: pensavano a un tentativo di furto, ma si sono accorti che i giovani stavano nascondendo un pacchetto nella parte posteriore dell’auto, nascosto sotto alcune fioriere, particolare che ha portato i poliziotti a ipotizzare che potesse trattarsi di droga. Anche perché Vindice e Massaro furono arrestati con l’accusa di spaccio di sostanza stupefacente lo scorso 19 gennaio, di ritorno da Milano.

droga arresto vindice ter-2

L’auto

A debita distanza gli agenti hanno continuato a osservare i tre e hanno chiesto l’ausilio di un’altra pattuglia quando l’auto dei giovani è ripartita. L’utilitaria è stata fermata in via Egnazia, i tre sono stati sottoposti a perquisizione e il sospetto che potesse esserci droga ha trovato conferma. All’interno della tasca della giacca di Simone Massaro sono stati trovati due involucri contenenti cocaina, per 9,92 grammi ciascuno, e un pezzo di hashish di 4,82 grammi. Nulla, invece, è stato trovato addosso agli altri due.

Il controllo è stato esteso all’auto e anche in questo caso è stata scoperta droga: nell’intercapedine del paraurti posteriore, lato sinistro, c’erano tre involucri di marijuana di 245, 292 e 288 grammi. Da qui la contestazione immediata e il controllo più accurato in questura, con l’ausilio di unità cinofile.

Il fiuto dei cani

I cani hanno fiutato altra droga nel lato sinistro dell’intercapedine inferiore dello sportello posteriore: due sacchetti contenenti 211 e 200 grammi. I giovani, quindi, sono stati portati in carcere con l’accusa di spaccio, mentre gli agenti hanno proseguito con una serie di perquisizioni partendo dal quartiere Paradiso. L’auto è stata posta sotto sequestro, risulta di proprietà di Sviato.

I tre saranno interrogati dal gip alla presenza dei difensori di fiducia, Luca Leoci per Vindice e Massaro, e Cosimo Lodeserto e Antonio Bianco per Sviato.

Il precedente

Massaro e Vindice furono arrestati lo scorso gennaio, di ritorno da Milano, sempre in via Egnazia: in quella circostanza furono scoperti 170 grammi di marijuana essiccata, avvolta in un maglioncino nascosto sotto il sedile. Finirono ai  domiciliari e furono rimessi in libertà subito dopo l'udienza di convalida non essendosi elementi per sostenere l'accusa di spaccio. Per quell’episodio il pm chiese il processo per direttissima che pende dinanzi al Tribunale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con oltre un chilo di droga: arrestati tre brindisini

BrindisiReport è in caricamento