rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca

"Il Nucleo sommozzatori non va soppresso, sicurezza a rischio"

“Il nostro territorio non può permettersi di perdere la presenza del Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Chiederò immediatamente un incontro con il sottosegretario all’Interno Bocci per tentare di scongiurare questa eventualità. Allo stesso tempo sottoporrò un documento finalizzato a scongiurare questa chiusura ai componenti del Comitato Portuale nella prossima seduta convocata per il 18 dicembre”

BRINDISI - “Il nostro territorio non può permettersi di perdere la presenza del Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Chiederò immediatamente un incontro con il sottosegretario all’Interno Bocci per tentare di scongiurare questa eventualità. Allo stesso tempo sottoporrò un documento finalizzato a scongiurare questa chiusura ai componenti del Comitato Portuale nella prossima seduta convocata per il 18 dicembre”. Lo ha affermato il Sindaco Mimmo Consales dopo aver incontrato nella mattinata di oggi, giovedì 10 dicembre, una rappresentanza delle organizzazioni sindacali aziendali del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Brindisi.

“Il Nucleo sommozzatori – aggiunge Consales – assicura la propria presenza in ogni situazione di emergenza nelle province di Brindisi e di Lecce. Ciò nonostante, esiste una concreta possibilità che lo stesso venga soppresso, lasciando una regione rivierasca come la Puglia con una copertura assicurata esclusivamente dai Nuclei di Bari e di Taranto. Vale la pena ricordare che Brindisi è una importantissima realtà portuale e che in 52 anni di vita il Nucleo ha contribuito al salvataggio di tantissime vite umane, sia in mare che all’interno di pozzi, cisterne e invasi. A ciò va aggiunto che il cono di atterraggio dell’aeroporto del Salento insiste proprio sul mare. E che dire, poi, dei tanti sbarchi di clandestini, oltre che delle mille esigenze collegate ai traffici portuali di merci e passeggeri".

"Ho già contattato il Sindaco di Lecce Paolo Perrone e nelle prossime ore coinvolgerò anche i massimi rappresentanti delle Province di Brindisi e di Lecce perché è evidente che dobbiamo combattere insieme una battaglia per salvare il Nucleo Sommozzatori di Brindisi. Non è una lotta di campanile – conclude il Sindaco – ma semplicemente una giusta rivendicazione per evitare che i tagli di bilancio imposti dal Governo vadano a ricadere sulla sicurezza dei cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Nucleo sommozzatori non va soppresso, sicurezza a rischio"

BrindisiReport è in caricamento