menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In casa sua fu trovata cocaina: assolto per non aver commesso il fatto

Assolto per non aver commesso il fatto il 31enne brindisino Enzo Sicilia accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso con la moglie, dopo che in casa sua, durante una perquisizione, furono trovate dosi di cocaina e circa mille euro

BRINDISI – Assolto per non aver commesso il fatto il 31enne brindisino Enzo Sicilia accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso con la moglie, dopo che in casa sua, durante una perquisizione, furono trovate dosi di cocaina e circa mille euro. Nella mattinata di oggi, giovedì 1 dicembre, si è celebrato il processo in abbreviato davanti al gup del Tribunale di Brindisi Stefania De Angelis che ha accolto la tesi del difensore dell’imputato, l’avvocato Luca Leoci secondo cui non ci sono prove che quella droga apparteneva al 31enne ma solo sospetti. Durante la perquisizione domiciliare furono trovati 48,1 grammi di cocaina di cui 6 suddivisi in 12 dosi, 2,1 in sette dosi e il resto in un unico involucro. Più 1015 euro in contanti e un block notes con vari nominativi con l’indicazione di somme di denaro. Al momento della perquisizione in casa c’era solo la moglie di Sicilia, secondo l’avvocato Leoci l'ipotesi che la cocaina apparteneva al 31enne era solo un sospetto e non una prova. Tesi condivisa dal gup che ha assolto l’imputato.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento