rotate-mobile
Cronaca Corte Ticino

Incendio distrugge negozio di fiori del cimitero, indagini della polizia

Un incendio, da quanto è stato accertato di natura dolosa, ha distrutto uno dei negozi di fiori, dislocati alle spalle del cimitero di Brindisi, in via Ticino al civico 2. L'attività commerciale, "Piante e Fiori", gestita dalla 30enne Stefania Bissante, non è la prima volta che è al centro di attentati incendiari

BRINDISI – Un incendio, da quanto è stato accertato di natura dolosa, ha distrutto uno dei negozi di fiori, dislocati alle spalle del cimitero di Brindisi, in via Ticino al civico 2. L’attività commerciale, “Piante e Fiori”, gestita dalla 30enne Stefania Bissante, non è la prima volta che è al centro di attentati incendiari. Il rogo si è sviluppato nella tarda serata di ieri, domenica due novembre, giorno di commemorazione dei defunti e giorno di grande vendita per i commercianti di fiori.

Come già detto, da quanto è stato accertato dagli agenti della Sezione volanti della questura di Brindisi, diretti dal vice questore buco nella saracinesca negozio fiori.modificato-2Alberto D’Alessandro, le fiamme sono di origine dolosa: in una delle tre saracinesche dell'attività commerciale è stato praticato un foro da cui, con tutta probabilità, è stato versato all'interno dei locali liquido infiammabile.

Chi ha agito, di certo, ha avuto tutto il tempo per mettere in atto il piano delinquenziale. Saranno ulteriori perizie e accertamenti a fare chiarezza sulla vicenda. Importante ai fini dell’individuazione dei responsabili sarà la testimonianza della vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio distrugge negozio di fiori del cimitero, indagini della polizia

BrindisiReport è in caricamento