Cronaca

Insulta e rischia di investire i carabinieri durante un posto di controllo, arrestato

Resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e guida senza patente. Sono questi i reati di cui deve rispondere un 23enne di Tuturano fermato ieri sera a bordo di un motorino senza assicurazione. Arresti anche a Latiano e Francavilla Fontana

Resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e guida senza patente. Sono questi i reati di cui deve rispondere un 23enne di Tuturano fermato ieri sera a bordo di un motorino senza assicurazione. A Latiano, invece, sono stati arrestati due ladri di olive e un soggetto perché condannato del reato di guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre a Francavilla Fontana è finito in manette un 37enne per truffa.

Il 23enne di Tuturano è Cosimo Leone già sottoposto all’obbligo di dimora. Il giovane, insieme a un amico, è incappato in un controllo alla circolazione stradale da parte dei carabinieri della locale stazione, durante le verifiche è emerso che il ciclomotore era privo di copertura assicurativa e che il guidatore non aveva la patente. Il giovane, quindi, dopo aver insultato i militari è fuggito rischiando di investire uno dei carabinieri che si trovava nella sua direzione di fuga. È stato immediatamente raggiunto e arrestato. Dopo le formalità di rito è stato rimesso in libertà. Il suo amico, un 34enne del posto, A.D.A. che ha partecipato agli insulti è stato denunciato.

I carabinieri della stazione di Latiano hanno arrestato in flagranza di reato, per furto aggravato, due uomini, di 33 e 37 anni di Erchie.  I due ieri mattina, sabato 6 dicembre, sono stati sorpresi all'interno di un uliveto in contrada Pupini, appartenente a un agricoltore del luogo, mentre raccoglievano olive. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita al legittimo proprietario. Gli arrestati, su disposizione dell'autorità giudiziaria, sono stati rimessi in libertà.

Sempre a Latiano i carabinieri hanno eseguito un provvedimento di revoca di decreto di sospensione dell'ordine di carcerazione e relativo ripristino dell'esecuzione, emesso dalla procura della Repubblica di Brindisi nei confronti di Jamal Ekrati, 29enne di origine marocchina residente a Latiano. Il giovane deve scontare una pena di 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di guida in stato di ebbrezza alcolica, è stato rinchiuso nel carcere di Brindisi. I carabinieri della stazione di Francavilla Fontana, infine, hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura generale della Repubblica presso la corte di appello di Lecce nei confronti di Claude Di Palmo, 37 anni. L'uomo deve scontare un residuo di una pena complessiva di 4 anni, 2 mesi e 1 giorno di reclusione per il reato di truffa commessa in Germania. Anche lui, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulta e rischia di investire i carabinieri durante un posto di controllo, arrestato

BrindisiReport è in caricamento