menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite coniugale in volo e "bisogni" sulla pista di atterraggio: denuncia e multa

Un passeggero ha litigato con la moglie e si è rifiutato di continuare il viaggio in aereo insieme a lei, mentre un altro ha defecato sulla pista aerea sotto gli occhi di decine di passeggeri. Il primo è stato denunciato il secondo ha ricevuto una multa di oltre tremila euro

BRINDISI – Un passeggero ha litigato con la moglie e si è rifiutato di continuare il viaggio in aereo insieme a lei, mentre un altro ha defecato sulla pista aerea sotto gli occhi di decine di passeggeri. Il primo è stato denunciato il secondo ha ricevuto una multa di oltre tremila euro. È accaduto nei giorni scorsi, in due circostanze diverse, presso lo scalo aeroportuale di Brindisi. A intervenire in entrambi i casi gli agenti della Polizia di Frontiera, coordinati dal vice questo aggiunto Mario Marcone, impegnati in continui servizi di controllo antiterrorismo.

Il primo episodio si è verificato intorno alle 10 di ieri, lunedì 9 ottobre, durante Mt 5244 il volo della compagnia aerea “Thomas Cook”proveniente dal Regno Unito e diretto a Corfù in Grecia. A causa delle avverse condizioni meteo presso lo scalo di destinazione è stato effettuato uno scalo tecnico presso l’aeroporto del Salento anche per fare rifornimento di carburante. Durante queste operazioni un passeggero di nazionalità britannica di 43 anni, P.K. dopo un litigio con la moglie 50enne, ha chiesto insistentemente di poter scendere dall’aereo. Ricevuta risposta negativa ha strattonato l’assistente di volo riuscendo a raggiungere la pista e dirigersi verso la recinzione aeroportuale. È stato bloccato dai poliziotti e denunciato per inosservanza alle norme sulla sicurezza della navigazione aerea. Su richiesta del comandante del volo, inoltre, i coniugi sono stati fatti sbarcare perché ritenuti capaci di turbare la regolarità della successiva navigazione.

L’altro episodio invece risale al 30 settembre scorso in occasione del volo Ryanair proveniente da Manchester (GB): mentre si stavano svolgendo le operazioni di controllo di frontiera nei confronti dei passeggeri appena sbarcati, uno di essi, D.S. 68 anni, cittadino inglese, si è allontanato leggermente dalla fila di persone e dopo essersi abbassati i pantaloni ha defecato sull’asfalto tra la pista e l’accesso agli ingressi per i cittadini extra Schengen, sotto gli occhi di circa 50 persone. Anche in questo caso si è reso necessario l’intervento della polizia di frontiera che ha bloccato il passeggero indecoroso. L’uomo in lieve stato di agitazione non ha saputo fornire giustificazioni al gesto. Gli è stata notificata, presso una struttura alberghiera di Lecce dove stava soggiornando, una violazione amministrativa per “atti contrari alla pubblica decenza” in riferimento all’articolo 726 del codice penale, depenalizzato dall’articolo del decreto legislativo 15 gennaio 2016, n°8, che prevede il pagamento di 3.333 euro. Sanzione pagata il giorno seguente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento