Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Nascondeva 50 bombe carta e 700 grammi di hascisc nel garage, arrestato

Cinquanta bombe carta del peso complessivo di nove chili e 700 grammi di hashish, più materiale per il confezionamento della droga. È questo ciò che è stato trovato in casa di un 51enne di Brindisi, già noto alle forze dell’ordine. Per lui è scattato l’arresto per detenzione di materiale esplodente e di sostanze stupefacenti

BRINDISI – Cinquanta bombe carta del peso complessivo di nove chili e 700 grammi di hashish, più materiale per il confezionamento della droga. È questo ciò che è stato trovato in casa del 51enne Paolo Chiarella di Brindisi, già noto alle forze dell’ordine. Per lui è scattato l’arresto per detenzione di materiale esplodente e di sostanze stupefacenti.

Nel 2013 era finito nuovamente nei guai perché trovato con cento grammi di hascisc, nascosta nel lampadario, dopo che era stato visto a San Vito chiarella-2dei Normanni in compagnia di soggetti noti come assuntori di stupefacenti. Proprio per i suoi precedenti legati all’attività di spaccio, nel primo pomeriggio di ieri, sabato 23 gennaio, i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi diretti rispettivamente dal tenente Luca Colombari e dal capitano Luca Morrone, hanno eseguito una perquisizione nel suo appartamento, al quartiere Perrino di Brindisi.

In casa c’era la compagna e suo figlio nato da una precedente relazione. Le bombe erano nascoste in garage, precisamente in uno scaffale dietro posizionato dietro ad alcune valige, mentre l’hascisc era nascosto in una vaschetta appesa a un filo per stendere i panni con delle mollette: era suddiviso in sette panetti da 100 grammi. Il bilancino, infine, è stato trovato all’esterno della casa, nella copertura di un gazebo.

Su disposizione del pubblico ministero di turno Valeria Farina Valaori, il 52enne è stato arrestato e trasferito in carcere, in attesa dell’interrogatorio di convalida che avverrà alla presenza del suo legale di fiducia, l’avvocato Laura Beltrami. La foto del suo profilo Facebook racconta la sua passione per il Brindisi Calcio “Brindisi unico amore folle, Ultras Curva Sud”. I carabinieri stanno accertando se le bombe carta rinvenute in casa sua servivano per essere utilizzate negli stadi, anche se dopo l'uscita di scena della Ssd Calcio Città di Brindisi, in città è rimasta una sola squadra di calcio che milita in prima categoria e non riscuote l'interesse della tifoseria organizzata. O se invece quelle bombe carta servivano per qualche azione intimidatoria. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva 50 bombe carta e 700 grammi di hascisc nel garage, arrestato

BrindisiReport è in caricamento