Nel quartiere del mercato la strada della vergogna: alberata ma sporca

Via Arturo Martini a Brindisi, la strada della vergogna: costeggiata da alberi e pinete ma impraticabile perché sporca e ricettacolo di topi

BRINDISI – Via Arturo Martini a Brindisi, la strada della vergogna: costeggiata da alberi e pinete ma impraticabile perché sporca e ricettacolo di topi. Si trova al quartiere Sant’Elia ed è una delle vie principali e più frequentate, specie il giovedì per il mercato settimanale. E’ diventata una discarica a cielo aperto non solo di piccoli rifiuti ma anche di materiale ingombrante.sporcizia sotto gli alberi-2

“La gente è incivile ma anche chi dovrebbe pulire se ne frega”, segnala un uomo che vive in un palazzo che si affaccia proprio su via Martini, padre di tre bambini che porterebbe volentieri a far giocare sotto i pini. “Abbiamo la fortuna di avere belle pinete in città ma sono inutilizzabili. Questa è sempre più sporca, al suo interno vi abbandonano di tutto e nessuno mai la pulisce, inutile ricordare che paghiamo tasse sulla spazzatura senza avere un servizio adeguato”. La città è sempre più sporca, le segnalazioni sullo stato in cui versano alcune strade di periferia sono frequenti, in questo caso si tratta di una strada che per certi versi rappresenta un biglietto da visita per la città se si considera che il mercato del giovedì attira centinaia di avventori provenienti da comuni limitrofi. Gli angoli verdi poi, quelli che dovrebbero essere valorizzati per il contributo che forniscono alla qualità dell'aria, anche i più piccoli, sono i più abbandonati. E questo è ancora più vergognoso in una città costeggiata da grossi impianti industriali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento