Cronaca Via Enrico Fermi

Nuovo furto alla zona industriale: depredata un'azienda elettromeccanica

Furto di due gru da officina, cuscinetti di acciaio e attrezzature varie da un'azienda dismessa, la "Elettromeccanica Zaccaria Srl", situata in via Enrico Fermi alla zona industriale a Brindisi. Del furto se ne è accorto il proprietario poco dopo mezzogiorno di ieri quando si è recato nei capannoni

BRINDISI – Furto di due gru da officina, cuscinetti di acciaio e attrezzature varie da un’azienda dismessa, la “Elettromeccanica Zaccaria Srl”, situata in via Enrico Fermi alla zona industriale a Brindisi. Del furto se ne è accorto il proprietario poco dopo mezzogiorno di ieri, mercoledì 28 gennaio, quando si è recato nei capannoni dell’azienda per un controllo di routine. L’imprenditore ha trovato il cancello di ingresso forzato e non ha esitato a chiamare il 113. Sul posto si è recata una pattuglia della Sezione volanti della questura di Brindisi che ha eseguito il sopralluogo del caso teso a individuare elementi o indizi utili per l’identificazione dei malfattori.

Al vaglio dei poliziotti ci sono anche le telecamere installate nella zona. Il furto ai danni della Elettromeccanica Zaccaria, purtroppo, non è un caso isolato per la zona industriale di Brindisi. Nonostante le telecamere, i continui controlli delle forze dell'ordine e degli istituti di vigilanza privati, spesso le aziende vengono visitate dai ladri con danni ingenti. Alcuni colpi vengono sventati, altri vanno a buon fine, in altri casi il materiale rubato viene rinvenuto a casa di soggetti già noti alle forze dell'ordine che vengono poi denunciati per ricettazione. Certo è che per molti imprenditori della zona industriale di Brindisi diventa sempre più faticoso continuare a lavorare. Non sono pochi i casi in cui qualcuno, scoraggiato dalle continue razzie, ha esternato la volontà di chiudere battenti e trasferirsi altrove. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo furto alla zona industriale: depredata un'azienda elettromeccanica

BrindisiReport è in caricamento