Cronaca

Crisi epilettica al lavoro: "Chiediamo da mesi il cambio di mansione"

Un operaio di Ecologica Pugliese è stato colpito da una crisi epilettica mentre si trovava nello spogliatoio dove si stava preparando per iniziare il turno di lavoro. L'episodio, ancora una volta, accende la polemica riguardante le mansioni che dovrebbero svolgere chi come lui soffre di particolari patologie che mettono a rischio la sua incolumità

BRINDISI – Momenti di preoccupazione questa mattina nel cantiere di Ecologica Pugliese, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti per conto del Comune di Brindisi, sito alla zona industriale: un operaio è stato colpito da una crisi epilettica mentre si trovava nello spogliatoio dove si stava preparando per iniziare il turno di lavoro. Si occupa della pulizia manuale delle strade, è stato soccorso dapprima dai colleghi che si trovavano con lui nello stanzino e poi dai sanitari del 118. Le sue condizioni non sono gravi ma l’episodio, ancora una volta, accende la polemica riguardante le mansioni che dovrebbero svolgere chi come lui soffre di particolari patologie che mettono a rischio la sua incolumità. Una questione già presentata dal segretario Cnl Sul di Brindisi, Antonio Nocita a Ecologica Pugliese, subentrata a Monteco a novembre scorso, e non ancora risolta. Sarebbero una decina gli operai affetti da particolari patologie che dovrebbero svolgere mansioni adeguate allo stato di salute e grado invalidità.

“Sin da subito abbiamo chiesto all’azienda di prendere in considerazione questa problematica e organizzare il lavoro tenendo conto di questi aspetti – spiega Nocita raggiunto telefonicamente da BrindisiReport – ma non abbiamo ancora ricevuto risposte, tantomeno un incontro. Si tratta di patologie documentate da cartelle cliniche con diagnosi fatte dal medico legale. Ci siamo rivolti al medico dell’azienda che ci ha risposto che avrebbe fatto sottoporre gli operai ad accertamenti specifici. Il punto è che le patologie di cui stiamo parlando sono già state accertate da diverso tempo e l’azienda ne è stata messa a conoscenza sin da subito. Ma le ha ignorate assegnando le mansioni senza tenere conto di questi aspetti. Non ci è stato nemmeno concesso un incontro nonostante sia stato più volte chiesto. Chi è affetto da invalidità o da particolari malattie dovrebbe essere tutelato anche con mansioni adeguate, c'è a rischio la salute e la sicurezza di questi lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi epilettica al lavoro: "Chiediamo da mesi il cambio di mansione"

BrindisiReport è in caricamento