rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Droga: il pm aveva chiesto otto anni, il giudice lo condanna a tre

Un 33enne brindisino venne coinvolto nell'operazione anti 'ndrangheta "Faust". Arriva la condanna in abbreviato per un solo capo d'imputazione

BRINDISI - Il pm aveva chiesto per lui una condanna pari a otto anni e 32mila euro di multa, oggi (giovedì 25 novembre 2021) arriva il giudizio del gup: tre anni per il 33enne Teodoro Montenegro. Il brindisino, assistito dall'avvocato Vincenzo Lanzilotti, venne arrestato lo scorso 18 gennaio 2021 durante un blitz. Era l'operazione "Faust". Il 33enne è stato condannato per un solo capo d'imputazione, che riguarda la droga. E' stato assolto per un altro capo d'imputazione, che riguardava traffico di eroina e cocaina. Inizialmente i capi d'imputazione erano quattro, due vennero annullati dal Tribunale del Riesame.

Montenegro, come detto, era stato arrestato nel gennaio 2021 durante un'operazione contro la 'ndrangheta, la potente e feroce consorteria criminale calabrese. Le 49 persone coinvolte nel blitz erano ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi, tentato omicidio, usura e procurata inosservanza di pena. I soggetti coinvolti erano perlopiù calabresi. Al centro delle indagini c'erano gli uomini della cosca Pisano, conosciuti come i "diavoli di Rosarno".

Montenegro doveva rispondere di alcuni episodi di cessione di sostanze stupefacenti. In almeno un'occasione, per l'accusa, sarebbe stato lui a cedere la droga ai calabresi.A febbraio 2021 venne dichiarata l'incompetenza territoriale di Reggio Calabria a giudicarlo. Sarebbe toccato al Tribunale di Brindisi, come disposto dal Riesame, su richiesta del legale Lanzilotti. Il 2 marzo sempre il Riesame annullò due capi d'imputazione su quattro inizialmente contestati a Montenegro. In particolare, cadde l'accusa di aver avuto nella propria disponibilità 30 chili di eroina, da cedere al prezzo di 30mila euro al chilo. Il 16 settembre scorso Montenegro optò per il rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena. Oggi è arrivata la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga: il pm aveva chiesto otto anni, il giudice lo condanna a tre

BrindisiReport è in caricamento