Nike e Converse contraffatte, sequestro del valore di due milioni

Le scarpe sportive scoperte in un autoarticolato sbarcato da motonave arrivata nel porto di Brindisi dalla Grecia. Tre persone sono state denunciate

BRINDISI - Scarpe Nike e Converse autenticamente false. Tutte contraffatte, made in China. Il carico del valore di quasi due milioni di euro è stato scoperto dai militari della Guardia di Finanza e dai funzionari della dogana in un autoarticolato appena sbarcato nel porto di Brindisi da una motonave partita dalla Grecia. Tre persone sono state denunciate.

Il sequestro

Il sequestro è avvenuto nella giornata di ieri, nel corso di controlli di vigilanza operati all'interno dell'area portuale di Brindisi, finalizzati al contrasto alla contraffazione ed alla tutela del made in Italy, delle regole del mercato e della sicurezza dei consumatori. All’interno del mezzo sono stati rinvenute complessivamente 33.408  scarpe sportive recanti i segni distintivi della note multinazionali Nike” e “Converse”, risultate tutte contraffatte e destinate ad una ditta con sede in Spagna.

La contraffazione

La verifica dell’intero carico stipato a bordo del Tir ha dimostrato che le scarpe, tutte riconducibili ai modelli originali “Nike Air Max”, “Nike Air Presto” e “Converse”, erano introdotte nel territorio comunitario per essere poi destinate alla commercializzazione come prodotto originale.  Le perizie tecniche effettuate a cura delle menzionate case hanno acclarato la contraffazione delle calzature rinvenute; tutti gli elementi che caratterizzavano la falsa provenienza erano rappresentati sulle scarpe, in modo tale da generare confusione ed indurre in errore i consumatori rispetto al modello originale. 

Le denunce

La merce contraffatta, se venduta, avrebbe garantito un guadagno stimato in almeno un milione e 800mila euro. Sono stati denunciati  i rappresentanti legali della società speditrice ungherese e di quella destinataria spagnola nonché l’autotrasportatore, di nazionalità bulgara: sono accusatim in concorso,  di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni fals

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento