rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Brindisi premia i magistrati dell’operazione Primavera

BRINDISI – Una cerimonia ufficiale, a pochi giorni dalla commemorazione della morte del finanziere Antonio Sottile e del vice brigadiere Alberto De Falco che fece partire l’operazione Primavera, per ringraziare i magistrati e l’allora ministro dell’Interno Enzo Bianco che, con l’impiego di 1990 agenti, portarono a termine una delle operazioni anticontrabbando più importanti del Paese.

BRINDISI - Una cerimonia ufficiale, a pochi giorni dalla commemorazione della morte del finanziere Antonio Sottile e del vice brigadiere Alberto De Falco che fece partire l'operazione Primavera, per ringraziare i magistrati e l'allora ministro dell'Interno Enzo Bianco che, con l'impiego di 1990 agenti, portarono a termine una delle operazioni anticontrabbando più importanti del Paese.

Nella sede della provincia, con l'ex ministro Bianco hanno ricevuto una targa anche i pubblici ministeri Nicola Piacente (assente per motivi personali), Giorgio Lino Bruno, Leonardo Leone De Castris e Michele Emiliano. "Dall'operazione Primavera alla primavera della legalità - ha esordito il presidente della provincia Massimo Ferrarese - questa città ha cambiato volto. Lo Stato si è riappropriato del suo territorio, smantellando un'attività, quella del contrabbando, che a Brindisi sfamava cinque mila famiglie e rappresentava il 40% dell'economia".

Furono 62 le persone finite in carcere con quell'operazione, oltre 300 i mezzi sequestrati e 456 le persone denunciate. "L'arma vincente in quel caso - ha ricordato l'ex ministro Bianco - fu l'immediatezza con cui gli uomini delle forze dell'ordine agirono e la capacità di coordinare tutte le indagini per agire tempestivamente". Oggi la città è libera da quella morsa che fino al 2000 le aveva fatto guadagnare il soprannome di Malboro City eppure, ha voluto sottolineare il sindaco Domenico Mennitti, non bisogna comunque sottovalutare i piccoli campanelli d'allarme che - soprattutto in estate - avevano fatto temere in una pericolosa recrudescenza del fenomeno del racket estorsivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi premia i magistrati dell’operazione Primavera

BrindisiReport è in caricamento