“Abuso d’ufficio e falso”: prima udienza per Consales e Carluccio

Contestata la nomina del dirigente dell’ufficio di piano senza selezione: Comune parte civile, chiede danni per 100mila euro

BRINDISI – Entrambi imputati ed entrambi assenti in aula, gli ex sindaci di Brindisi Mimmo Consales e Angela Carluccio, imputati con le accuse di abuso d’ufficio e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, dopo l’inchiesta sulla nomina del dirigente dell’ufficio di piano. Nomina avvenuta senza selezione, stando alla ricostruzione della Procura.

Il processo: il Comune parte civile

Mimmo Consales e l'avvocato Massimo Manfreda durante la conferenza stampa-2

Questa mattina è iniziato il processo dinanzi al Tribunale di Brindisi presieduto da Gienantonio Chiarelli (a latere Francesco Cacucci e Barbara Nestore), a cui giudizio sono stati rinviati a conclusione delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Pierpaolo Montinaro. A dare impulso agli accertamenti, la denuncia degli ex consiglieri comunali del movimento CinqueStelle, Stefano Alparone ed Elena Giglio, depositata  il 25 maggio 2017, per essere integrata il successivo 20 luglio.

Il Comune di Brindisi è parte civile, già costituito in sede di udienza preliminare, con l’avvocato Albino Quarta, nominato dalla Giunta su proposta dell’assessore al Contenzioso Mauro  Masiello. Il penalista ha presentato una richiesta di risarcimento, in caso di condanna, a 100mila euro, tra danni patrimoniali e d’immagine. 

La nomina alla guida dell’ufficio riguardava Maria Rosaria Rubino, già in servizio presso il settore Servizi sociali del Comune. Rubino è del tutto estranea al processo. La nomina che, secondo quanto contestato, sarebbe avvenuta senza passare da alcuna procedura di selezione. Stando ai conteggi del pubblico ministero, quel conferimento di incarico portò un raddoppio dello stipendio in favore della dipendente: da 26.364 euro a 52.551,72 l’anno, essendoci stato un salto di categoria. Rubino è assolutamente estranea all'inchiesta.

Secondo il pm, Consales prima e Carluccio poi “in qualità di sindaco pro-tempo del Comune di Brindisi, intenzionalmente procuravano a Rubino, dipendente dell’Ente, un ingiusto vantaggio patrimoniale, rappresentato dalla variazione del profilo di responsabilità”, si legge nel capo di imputazione. Il cambiamento sarebbe avvenuto “mediante la nomina a tempo determinato a dirigente dell’ufficio di Piano dell’Ambito territoriale Brindisi 1”.

Le accuse

Il giuramento di Angela Carluccio-2La prima nomina risale al 5 novembre 2013, rinnovata sino al 31 marzo 2016 e poi ancora il 17 agosto dello stesso anno. In tal modo, sarebbe stato possibile un “aumento dei compensi stipendiali in violazione del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali, che stabilisce che i dirigenti debbano essere nominati tramite procedura ad evidenza pubblica”, è scritto ancora. “Evidenza pubblica che, nel caso di specie, non veniva effettuata”.

I due ex amministratori sono anche accusati di falso perché “attestavano che nella delibera di Giunta Maria Rosaria Rubino, dirigente nominata a tempo determinato, era stata già indicata come responsabile dell’ufficio di Piano, circostanza questa non rispondente al vero”. In base alle condotte contestate, il pm sostiene che sia stato “indotto in errore l’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale, la cui commissione di coordinamento, procedeva all’adozione del verbale di deliberazione in cui attestava che Rubino, dirigente nominata a tempo determinato, era stata già indicata come responsabile”. Con “conseguente formazione di un atto falso, poiché adottato in presenza di presupposti falsi e comunque inesistenti”.

La difesa

Per Consales la difesa resta affidata all'avvocato Massimo Manfreda, per Carluccio all'avvocato Adriano Tolomeo. Gli ex sindaci hanno rinunciato a riti alternativi per affrontare il dibattimento e dimostrare, udienza dopo udienza, la correttezza dell'iter seguito per la nomina. La prossima udienza è stata fissata in autunno: saranno ascoltati i primi due testi della pubblica accusa.



 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento