rotate-mobile
Cronaca

Comenius, festa dell'accoglienza per i giovani studenti stranieri

Si è svolta questa mattina (giovedì 4 dicenbre) presso la scuola Salvemini, la manifestazione di accoglienza della delegazione proveniente da diversi paesi europei e legata al progetto Comenius che vede tra i suoi obiettivi specifici quello di sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale

BRINDISI – Si è svolta questa mattina (giovedì 4 dicenbre) presso la scuola Salvemini, la manifestazione di accoglienza della delegazione proveniente da diversi paesi europei e legata al progetto Comenius che vede tra i suoi obiettivi specifici quello di sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea e di aiutare i giovani ad acquisire le competenze di base sulla tutela ambientale ed il rispetto per la natura, favorendo la cittadinanza europea attiva.

La delegazione, composta da adulti e ragazzi provenienti da Malta, Turchia, Spagna, Inghilterra è stata accolta con grande calore e simpatia da comenius1-2studenti, dirigente scolastico e docenti dell'Istituto comprensivo centro, partner italiano dell'ambizioso progetto. È seguita l'esibizione dell'orchestra dell’istituto e la presentazione del territorio da parte degli studenti della prima media europea. Anche i ragazzi ospiti hanno descritto le proprie città e le scuole di provenienza creando un'atmosfera di interculturalità autentica.

"Da anni abbiamo avviato un percorso di internazionalizzazione che ci vede protagonisti nel progetto Erasmus, che ha previsto, la scorsa estate, la visita a Malta da parte di alcuni studenti della scuola primaria e l'accoglienza, a Brindisi di studenti universitari spagnoli. Abbiamo adottato un Piano dell'offerta formativa internazionalizzato, recependo e facendo nostri documenti europei in materia di istruzione", ha riferito la dirigente scolastica Angela Citiolo. 

"Seguiamo progetti di gemellaggio E-twinning e questo assetto di internazionalizzazione ha visto la nascita, già da un anno e mezzo, della scuola europea, progetto ambizioso che richiede grande impegno ma che proietta l'Istituto in un ambito ancora più europeo. D'altronde noi siamo convinti che la scuola è un'esperienza da vivere dall'interno. Noi forniamo un binocolo agli studenti, portandoli a partire dal piccolo per vedere in grande. Il nostro intento è quello di aprire ai nostri giovani prospettive sul mondo che possano consentire loro di sentirsi ed essere realmente cosmopoliti". 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comenius, festa dell'accoglienza per i giovani studenti stranieri

BrindisiReport è in caricamento