rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Sequestrò prostituta, condannato a 5 anni: "Non mi disse che era un trans"

"Lei non mi aveva detto che era un trans". La difesa in extremis dell'imputato non è valsa a risparmiargli una condanna a 5 anni per aver tentato di rapinare e sequestrato una prostituta in una notte fatta di alcol e cocaina.

“Lei non mi aveva detto che era un trans”. La difesa in extremis dell’imputato, che in aula ha reso dichiarazioni spontanee, non è valsa a risparmiargli una condanna a 5 anni di reclusione per aver tentato di rapinare una prostituta e per averla ferita in una notte di follia fatta di “alcol e cocaina”. Il Tribunale di Brindisi in composizione collegiale ha deciso oggi una pena di poco inferiore a quella chiesta dall’accusa: sei anni aveva invocato il pm Giuseppe De Nozza stamani per un marocchino di 25 anni, Lachen El Mansour, residente a Ostuni, domiciliato a Brindisi e detenuto da un po’.

Lahcen El MansourI fatti risalgono al giugno 2013, nel clou del Negroamaro Wine Festival. Mentre Brindisi si divertiva senza eccedere, qualcuno invece cercava altri piaceri. “Due turisti mi avevano chiesto di cercare una prostituta – ha raccontato l’imputato – e io ho preso il giornale e chiamato ai numeri riportati fra gli annunci”. La serata degenera. Diviene una nottata di puro terrore per la prostituta colombiana che si ritrova ferita con un coltello, sequestrata di fatto nella propria abitazione. “Mi ha legato le mani e i piedi con le federe del cuscino” ha detto in aula. Il compenso pattuito aveva da essere di 400 euro, ma alla fine pare proprio che il 25enne straniero, rimasto solo e preda del mix di stupefacente e whisky, avesse dato di matto.

Porta chiusa, chiavi in tasca. La donna riuscì a liberarsi. Quando arrivarono i carabinieri El Mansour dormiva profondamente. Alla vittima erano stati tagliati i capelli. Aveva subito lesioni alla testa, era stata minacciata con una lama. Il marocchino fu tratto in arresto con le accuse di tentata rapina, aggravata dall’uso di armi e sequestro di persona. Il processo di primo grado si è chiuso oggi. Cinque anni di reclusione per il 25enne e 1.500 di multa. “Da quella notte – ha raccontato la persona offesa – non sono mai più riuscita a dormire”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrò prostituta, condannato a 5 anni: "Non mi disse che era un trans"

BrindisiReport è in caricamento