menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Brindisi pulita": si torna il piazza il 29 giugno. "Serve il contributo di tutti"

I cittadini e le cittadine che vorranno manifestare il loro disagio per l’annosa problematica dei rifiuti e della sporcizia in città e sulla costa potranno farlo giovedì 29 giugno dalle ore 18.30 dinanzi a Palazzo di Città

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del dottor Maurizio Portaluri, di Salute pubblica, sulla seconda manifestazione contro le inefficienze del servizio di raccolta dei rifiuti in programma per il prossimo 29 giugno. 

I cittadini e le cittadine che vorranno manifestare il loro disagio per l’annosa problematica dei rifiuti e della sporcizia in città e sulla costa potranno farlo giovedì 29 giugno dalle ore 18.30 dinanzi a Palazzo di Città. Come lo scorso maggio quanti vorranno presentare proposte potranno liberamente intervenire durante il sit-in. La scarsa igiene dei luoghi pubblici e la carente raccolta di rifiuti è sicuramente all’attenzione delle istituzioni locali, ma è necessario che tutti coloro che hanno cuore il decoro della città continuino a mostrare il loro interesse per una rapida e definitiva soluzione della questione.

Sono numerose le adesioni alla manifestazione: semplici cittadini, associazioni, lavoratori hanno assicurato anche questa volta la loro presenza. E’ davvero singolare che un’attività ad alto richiesta di lavoro, in un contesto di grande disoccupazione, non trovi una risposta definitiva!

Sono necessarie soluzioni efficaci come l’individuazione di aziende all’altezza della situazione, ma serve anche una progettualità che parta dal basso. Già a maggio fu richiesta con chiarezza l’apertura di piattaforme ecologiche e fu ipotizzato il ricorso alle associazioni dei consumatori per il recupero delle tasse versate a fronte di un servizio carente. Si dissero necessari luoghi dove depositare oggetti per il riuso ed il ritiro da parte della distribuzione degli imballaggi per ridurre la quantità di rifiuti. Sarà necessario richiedere alla Regione Puglia la chiusura del ciclo di rifiuti per ridurre il ricorso alle discariche.

I temi in agenda sono numerosi e richiedono il contributo di tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento