menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reati contro il patrimonio, finisce in carcere un 22enne brindisino

A Latiano un 57enne sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata poiché riconosciuto colpevole di associazione di tipo mafioso

BRINDISI - Deve espiare una pena di oltre due anni per reati contro il patrimonio: finisce in carcere. I carabinieri della stazione di Brindisi Casale hanno eseguito un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva, emesso dall'ufficio esecuzione penale della Procura generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Lecce, nei confronti di Giovanni Quinto, 22enne del luogo. Il giovane deve espiare la pena di due anni, sei mesi e 19 giorni di reclusione, per reati contro il patrimonio commessi in Brindisi nel novembre 2017. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Brindisi, al termine degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 52enne del luogo, per reiterazione nella guida senza patente poiché revocata. L’uomo, nella mattinata del 1 febbraio, è stato sorpreso alla guida di un'autovettura sprovvisto della patente di guida poiché revocata. I successivi accertamenti hanno consentito di acclarare che il 37enne era già stato contravvenzionato per la medesima infrazione in data 4 maggio 2019.

I carabinieri della stazione di Latiano hanno eseguito un ordine di sottoposizione della misura di sicurezza della libertà vigilata, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Lecce, nei confronti di un 57enne di Brindisi, domiciliato presso una comunità del luogo, poiché riconosciuto colpevole dei reati di associazione di tipo mafioso e successivi cumuli per altri reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento