Giovane immigrato africano si suicida nel Cas di Restinco

Il cadavere trovato nella sua stanza: aveva manifestato segni di sofferenza psichica, stando ai primi accertamenti

BRINDISI - Un giovane immigrato di origine africana è stato trovato senza vita all'interno della struttura di Restinco, centro di permanenza per il rimpatrio: stando a quanto si apprende, il ragazzo si sarebbe suicidato nella sua stanza, probabilmente nella notte tra sabato e domenica. Da fonti non ufficiali, si è appreso che si tratta di un ventenne cittadino della Nigeria. La morte sarebbe avvenuta per impiccagione. A dare l'allarme sono stati i suoi compagni. Quando il personale di sorveglianza è intervenuto, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Il giovane di recente aveva manifestato sofferenza psichica, secondo quanto sarebbe stato accertato. Non risultano esserci stati ricoveri in precedenza.

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Furti nelle auto parcheggiate sulla costa: scoperti i responsabili

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

  • Minorenni in coma etilico: controlli e multe a locali sulla costa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento