Giovane immigrato africano si suicida nel Cas di Restinco

Il cadavere trovato nella sua stanza: aveva manifestato segni di sofferenza psichica, stando ai primi accertamenti

BRINDISI - Un giovane immigrato di origine africana è stato trovato senza vita all'interno della struttura di Restinco, centro di permanenza per il rimpatrio: stando a quanto si apprende, il ragazzo si sarebbe suicidato nella sua stanza, probabilmente nella notte tra sabato e domenica. Da fonti non ufficiali, si è appreso che si tratta di un ventenne cittadino della Nigeria. La morte sarebbe avvenuta per impiccagione. A dare l'allarme sono stati i suoi compagni. Quando il personale di sorveglianza è intervenuto, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Il giovane di recente aveva manifestato sofferenza psichica, secondo quanto sarebbe stato accertato. Non risultano esserci stati ricoveri in precedenza.

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento