Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Filmati mentre abbandonano rifiuti, fotogrammi consegnati ai finanzieri

Continua la lotta al rilascio incontrollato di rifiuti nella zona industriale di Brindisi ma le telecamere dell'impianto di videosorveglianza del Consorzio Asi installate in alcuni punti della zona industriale filmano i trasgressori e le immagini vengono consegnate alle forze dell'ordine

BRINDISI - Continua la lotta al rilascio incontrollato di rifiuti nella zona industriale di Brindisi ma le telecamere dell’impianto di videosorveglianza del consorzio Asi (consorzio per l'Area di Sviluppo Industriale) installate in alcuni punti della zona industriale filmano i trasgressori e le immagini vengono consegnate alle forze dell’ordine.

Si tratta di “rifiuti speciali provenienti da lavorazioni artigianali o industriali, con un elevato tasso di inquinamento” che vengono abbandonati “in alcuni punti oramai diventati “strategici” della zona industriale di Brindisi” si legge nella nota che porta la firma del presidente del consorzio Marcello Rollo. I fatti in questione risalgono al 25 settembre scorso e i rifiuti sono stati abbandonati in pieno giorno (alle 9:08). Le immagini sono finite nelle mani della Guardia di finanza.

“Tutti gli eventi ripresi dalle telecamere del Consorzio, vengono prontamente segnalati alle forze dell’ordine, in questo caso le immagini sono state consegnate al comando della Guardia di Finanza di Brindisi”. Va ricordato che le telecamere funzionano con orario h24 ma solo dalle 8 alle 16  i monitor sono controllati in tempo reale “ma le registrazioni restano in memoria per tre giorni”, precisa Rollo.

A breve inoltre dovrebbe essere ultimata la sede di quella che sarà la “control room”, un progetto che prevede un controllo capillare dell’area industriale di Brindisi la cui sede sarà in un immobile consortile posto di fronte alla palazzina che ospita gli uffici di viale Arno, in fase di ristrutturazione. Il sistema di video sorveglianza sarà affidato, in concessione, a un istituto di vigilanza, o a un gruppo di istituti che si occuperanno del controllo in servizio h24. “Proprio la scorsa settimana ho avuto un incontro con il vice direttore generale preposto all’attività di coordinamento e pianificazione, il prefetto Matto Piantedosi, con cui si sono presi accordi per far rientrare il progetto nella programmazione pon 2014-2015”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filmati mentre abbandonano rifiuti, fotogrammi consegnati ai finanzieri

BrindisiReport è in caricamento