Cronaca Via Martiri delle Fosse Ardeatine

E dopo il film del sabato sera: Bozzano, quella rotatoria che manda in bestia tutti

Le rotatorie, si sa, risolvono molti problemi di traffico e rendono gli incroci di gran lunga più sicuri ma quando un piano di viabilità alternativa, predisposto in attesa che venga realizzato il rondò, non è fatto a regola d'arte, gli automobilisti non possono fare altro che "maledire" le rotatorie e, all'occorrenza, anche chi le ha progettate

BRINDISI – Le rotatorie, si sa, risolvono molti problemi di traffico e rendono gli incroci di gran lunga più sicuri ma quando un piano di viabilità alternativa, predisposto in attesa che venga realizzato il rondò, non è fatto a regola d’arte, gli automobilisti non possono fare altro che “maledire” le rotatorie e, all’occorrenza, anche chi le ha progettate. E’ questo quello che sta accadendo a Brindisi all’incrocio fra via Martiri Delle Fosse Ardeatine e viale Gran Bretagna al quartiere Bozzano, precisamente davanti all’ingresso della multisala Andromeda, dove sta sorgendo una rotatoria e la strada lasciata a rotatoria bozzano1-2disposizione delle automobili, in alcuni punti, è larga poco più di un metro e trenta centimetri e permette la circolazione a senso unico alternato. Un tratto strettissimo e curvilineo dove convergono tre strade.

Accade che si creano puntualmente ingorghi che devono essere sbrogliati necessariamente dall’intervento degli agenti della municipale. La situazione peggiora nel weekend quando l’Andromeda viene preso d’assalto da centinaia di persone. Negli orari di inizio e di fine delle programmazioni l’incrocio in questione diventa una vera a propria trappola, chi esce o entra nel cinema per immettersi in via Martiri delle Fosse Ardeatine, è costretto a percorrere una corsia molto stretta e delimitata da un lato da paletti anche poco visibili.

È così che molte auto restano imbottigliate nel traffico per lunghissimi minuti rischiando anche di incorrere in qualche incidente. Come già detto solo i vigili riescono a liberare l’ingorgo. Nel weekend le richiesta di intervento alla sala operativa per quell’incrocio sono numerose. I lavori di realizzazione della rotatoria sono iniziati a luglio dello scorso anno, l’opera sarebbe dovuta essere ultimata entra la fine del 2014 ma a giudicare dallo stato in cui versano i cantieri i lavori proseguiranno per altri mesi, forse è il caso di mettere a punto un nuovo piano di viabilità, forse, come suggerisce qualche esperto, basterebbe solo allargare la carreggiata provvisoria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E dopo il film del sabato sera: Bozzano, quella rotatoria che manda in bestia tutti

BrindisiReport è in caricamento