Beni intestati fittiziamente: sequestro da 400mila euro a ex contrabbandiere

L'operazione è stata condotta dai finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Brindisi su provvedimento emesso dal gip del tribunale di Brindisi

BRINDISI – Beni del valore di circa 400 mila euro sono stati sequestrati (ai fini della confisca) a un ex esponente di spicco del contrabbando di sigarette, gravato anche da precedenti per traffico di sostanze stupefacenti. L’operazione è stata condotta dai finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Brindisi , in esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal giudice delle indagini preliminari presso il tribunale di Brindisi.  

Gli accertamenti di natura economico patrimoniali, disposti dai sostituti procuratori Luca Miceli e Simona Rizzo, hanno permesso di appurare che l'indagato avrebbe accumulato un patrimonio risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. L’indagato, secondo le indagini, avrebbe riciclato i proventi delle attività illecite svolte, attribuendo in maniera fittizia a due soggetti compiacenti, indagati a vario titolo per i reati di falsa intestazione di beni e auto-riciclaggio, la titolarità di una tabaccheria nel pieno centro di Brindisi e di due terreni siti a Brindisi e San Vito dei Normanni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento