Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Soccorse 5 persone in un incidente, premiato vigile del fuoco brindisino 

"Premio Nazionale Carlo La Catena" per il vigile del fuoco discontinuo di Brindisi Maurizio Saponaro, coinvolto in prima persona in un intervento di soccorso in un grave incidente verificatosi il 3 dicembre del 2014 in via provinciale San Vito a Brindisi dove rimasero coinvolte 5 persone

BRINDISI – “Premio Nazionale Carlo La Catena” per il vigile del fuoco discontinuo di Brindisi Maurizio Saponaro, coinvolto in prima persona in un intervento di soccorso in un grave incidente verificatosi il 3 dicembre del 2014 in via provinciale San Vito a Brindisi dove rimasero coinvolte 5 persone.  Il “Premio Nazionale Carlo La Catena” è stato istituito per la strage di mafia avvenuta a Milano la sera del 27 luglio del 1993 in via Palestro, dove, a seguito dello scoppio di un’autobomba furono uccisi nel compimento del proprio dovere e per evitare una strage maggiore, un vigile urbano e tre vigili del fuoco, tra questi ultimi vi era il giovane napoletano Carlo La Catena. Viene riconosciuto al personale dei vigili del fuoco che si sono distinti nello svolgimento del proprio dovere, innalzando col proprio ingegno, virtù e coraggio, l’onore e la fama del glorioso Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Il motivo della premiazione nasce su segnalazione e relazione firmata in calce dal già capo-reparto dei vigili del fuoco Antonio Rubino del comando provinciale di Brindisi inviata al comandante provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi ingegnere Michele Angiuli. premiazione maurizio saponaro2-2

I fatti del 3 dicembre 2014: subito dopo un incidente stradale con due auto coinvolte, e come da senso del dovere che contraddistingue da sempre ogni vigile del fuoco, vista la grave l’entità del sinistro, due vigili del fuoco fuori servizio intervennero per primi a prestare soccorso, attivando sia il 118 che i colleghi, Maurizio Saponaro che è anche un esperto di soccorso sanitario, dopo un veloce triage sui cinque feriti, si prese cura di quello più grave, ovvero una signora in uno stato di incoscienza. Sul posto giunsero due ambulanze del 118, la prima due soli soccorritori, quindi sproporzionata rispetto al numero dei feriti, la seconda, invece, completa con medico a bordo. Sia per la prima che per la seconda ambulanza, lo stesso ha aiutato gli equipaggi per il trasbordo e per le cure dei feriti.

Pertanto il comandante Provinciale dei vigili del fuoco ha ritenuto fare un elogio scritto all’interessato, che libero dal servizio si dedicava con abnegazione, umanità e senso del dovere, grande esempio di contributo che esalta la centralità dei Vigili del Fuoco nella salvaguardia delle vite umane, oltre che segnalarlo ad altri vertici. Il vigile del fuoco discontinuo in questione ha accolto con grande soddisfazione l’invito e il Premio Nazionale con cerimonia svolta a Milano ieri, martedì 29 settembre, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Interno, della Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano lo stesso è stato selezionato insieme al altri quattro vigili di diversi Comandi d’Italia.

Questo gratifica ancor più sia l’interessato, che il comando provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi, nonché l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco sempre di Brindisi della quale fa attivamente parte, ma anche e soprattutto esalta il nome della città di Brindisi. Da aggiungere poi, che Maurizio Saponaro, non è nuovo a vari riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni, facendo da sempre volontariato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorse 5 persone in un incidente, premiato vigile del fuoco brindisino 

BrindisiReport è in caricamento