Cronaca

Vicini a chi fugge dalle violenze, tanti eventi per la Giornata del rifugiato

Sono più di 100 i bambini, le donne e gli uomini accolti al momento in Puglia dai progetti Sprar del Gus. Principalmente a loro è dedicata la Giornata Mondiale del 20 giugno, che il Gus celebrerà con un calendario fitto di eventi

BRINDISI - Sono più di 100 i bambini, le donne e gli uomini accolti al momento in Puglia dai progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) del Gus (Gruppo umana solidarietà “Guido Puletti”). Principalmente a loro è dedicata la Giornata Mondiale del 20 giugno, che il Gus celebrerà con un calendario fitto di eventi durante l’intero mese di giugno. Tra le iniziative proposte che coinvolgeranno anche il Brindisino, ci saranno momenti di riflessione, di formazione e momenti conviviali, alcuni dedicati specificatamente ai bambini. Tra le manifestazioni: uno spettacolo itinerante di teatro delle ombre; la proiezione del cortometraggio «Blu come il limone», la serata che propone Afrikinos in occasione della Giornata Mondiale del Bambino Africano, cene multietniche, e il concerto dell'Orchestra Popolare di via Leuca.locandina attività-2

Importante momento di riflessione, sarà “#NOHATESPEECH: comunicazione e diritti contro odio e strumentalizzazione del fenomeno migratorio”, un seminario che darà diritto all’acquisizione di crediti validi per la formazione continua delle professioni di giornalista ( e avvocato che vedrà la presenza di importanti relatori, tra cui spicca il Prefetto Mario Morcone, Capo del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno.

Tra gli appuntamenti in programma, c'è quello dell'1 luglio alle 20 a San Vito Dei Normanni presso l'Ex Fadda in via Brindisi con lo spettacolo di teatro Forum e teatro d'ombre organizzato in collaborazione con Claudia Signoretti e Silvio Gioia. 

Lo spettacolo si avvale delle tecniche Teatro Forum (ispirate al Teatro dell’Oppresso) e Teatro d'ombre, una tecnica di teatro di figura di tradizione millenaria. Gli attori (i beneficiari del progetto Sprar “Il Salento Accoglie”) racconteranno con umorismo e creatività le loro storie: dalla partenza alla prima accoglienza in Italia, fino alle piccole e grandi sfide della quotidianità italiana. Paura, ostilità, indifferenza, altruismo titubante o inefficace, approcci maldestri o disastrosi con le ragazze, saranno alcune delle situazioni e delle difficoltà che, in modo divertente e originale, condivideranno e affronteranno insieme al pubblico che sarà loro vicino.

«La Giornata Mondiale del Rifugiato - ha dichiarato Andrea Pignataro, responsabile nazionale dell’Area partecipazione e volontariato del Gus e coordinatore regionale per la Puglia - è sempre stata una occasione importante, per i nostri beneficiari, di condivisione di esperienze, di tradizioni, di espressioni artistiche e culturali con i territori e con le comunità. Un momento di festa, ma anche di socialità e di solidarietà. Quest’anno abbiamo voluto coinvolgere nel dibattito due categorie di professionisti particolarmente sensibili al tema, giornalisti e avvocati. Nella speranza che la buona informazione e la puntuale conoscenza dei diritti portino ad una inclusione sempre più reale».

jasmine_stampa_70_100-2

La Giornata del rifugiato è stata istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti. Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) è attivo in Italia dal 2001, ed è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. Il Gus, Gruppo umana solidarietà “Guido Puletti” nasce come associazione di volontariato nel 1993 ed è attivo in Puglia dal febbraio 2014. Con diversi progetti Sprar presenti sul territorio, le azioni del gruppo sono dirette all'accoglienza di maschi adulti singoli, gruppi famigliari, minori non accompagnati e persone con vulnerabilità psicofisiche. Il progetto più recente, nato nei primi mesi del 2016, riguarda il resettlement di famiglie siriane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicini a chi fugge dalle violenze, tanti eventi per la Giornata del rifugiato

BrindisiReport è in caricamento