menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Topi nella scuola d’infanzia”: chiuso il plesso in via Modigliani

Ordinanza del sindaco per oggi e domani: “Interventi urgenti a tutela della salute pubblica”

BRINDISI – “Topi nella scuola d’infanzia in via Modigliani”. La presenza di roditori all’interno dell’edificio è stata segnalata dal dirigente scolastico ed è alla base dell’ordinanza di chiusura del plesso nel rione Sant’Elia, firmata dal sindaco Riccardo Rossi, per due giorni.

L’ordinanza

La scuola resterà chiusa oggi e domani. Le lezioni riprenderanno regolarmente lunedì 28 ottobre, salvo diversa comunicazione. La derattizzazione è iniziata nel pomeriggio di ieri, subito dopo la richiesta di intervento indirizzata al settore igiene urbana di Palazzo di città.

“Preso atto della necessità di procedere con urgenza e indifferibilità, a tutela della salute pubblica e per motivi igienico-sanitari, all’intervento di derattizzazione, affinché si possa debellare in maniera efficace l’infestazione dei roditori e bonificare gli ambienti frequentati da persone e minori, ordina la chiusura temporanea dell’istituto comprensivo Sant’Elia-Commenda, plesso infanzia in via Modigliani, 16”, si legge nel provvedimento firmato dal primo cittadino.

Gli interventi

Nel testo il sindaco ha rilevato anche la “necessità di garantire la massima efficacia dell’intervento di derattizzazione per evitare il permanere di roditori e la loro infestazione nelle aree esterne” e ha disposto “altresì il taglio delle erbe spontanee nelle aiuole” di pertinenza del plesso e “la loro pulizia”.

A svolgere tutte le attività di derattizzazione sarà la società Ecotecnica srl, i cui operai sono già al lavoro. Per il taglio delle erbe e la pulizia della aiuole, l’incarico è stato affidato alla Multiservizi, la partecipata del Comune di Brindisi.

I controlli

 “Per valutare l’efficacia dell’intervento occorre effettuare un monitoraggio dei luoghi da parte del personale di vigilanza del servizio di prevenzione ambientale della Asl, in aggiunta al personale dell’Ecotecnica, a valle degli interventi”, si legge sempre nell’ordinanza di Rossi. Anche perché, solo dopo la verifica sarà possibile affermare se “sussistano o meno le condizioni per il riavvio delle attività didattiche e lavorative nel plesso scolastico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento