Cronaca Via Leonardo Da Vinci

Tornano gli incendi di cassonetti in città: terzo episodio dall'inizio dell'anno

Un contenitore destinato alla raccolta della plastica completamente incenerito e uno annerito. È questo il bilancio dell'ennesimo episodio di incendi cassonetti verificatosi in città. E'accaduto la notte scorsa in viale Leonardo Da Vinci al quartiere Sant'Elia a BrindisiUn contenitore destinato alla raccolta della plastica completamente incenerito e uno annerito. È questo il bilancio dell'ennesimo episodio di incendi cassonetti verificatosi in città. E'accaduto la notte scorsa in viale Leonardo Da Vinci al quartiere Sant'Elia a Brindisi

BRINDISI – Un contenitore destinato alla raccolta della plastica completamente incenerito e uno annerito. È questo il bilancio dell’ennesimo episodio di incendi cassonetti verificatosi in città. E’accaduto la notte scorsa in viale Leonardo Da Vinci al quartiere Sant’Elia a Brindisi, domenica 15 febbraio, invece, è stato dato alle fiamme un contenitore per metalli e vetro. Risale alla notte tra il due e il tre gennaio scorso, invece, un altro fatto simile: furono incendiati bidoni al quartiere Commenda.

cassonetto annerito-2Tutti questi contenitori appartengono a Ecologica, l’attuale gestore dei rifiuti per conto del Comune di Brindisi. In tutti i casi i roghi si sono sviluppati quando c’erano rifiuti all’interno. A quanto sembra gli incendi di cassonetti sono destinati a non fermarsi, indipendentemente da chi li gestisce. Nel 2014 sono stati presi di mira i cassonetti della precedente società che si occupava della raccolta dei rifiuti, la Monteco srl, il bilancio è stato più che pesante sia dal punto di vista economico che ambientale. La combustione di plastica, si sa, sprigiona sostanze altamente tossiche.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano gli incendi di cassonetti in città: terzo episodio dall'inizio dell'anno

BrindisiReport è in caricamento