Cronaca

Traghetto in avaria: la capitaneria attiva mail per assistenza vacanzieri

Il caos Larks sembra essere rientrato, ma non è affatto risolto. La nave è ancora guasta, fino al 19 agosto non vi saranno ragguagli, mentre continuano a pervenire a Brindisi continue richieste di assistenza cui bisogna dare una risposta.

BRINDISI - Il caos Larks sembra essere rientrato, ma non è affatto risolto. La nave è ancora guasta, fino al 19 agosto non vi saranno ragguagli, mentre continuano a pervenire a Brindisi continue richieste di assistenza cui bisogna dare una risposta. I vacanzieri che non sono ancora partiti dall’Italia hanno i propri interrogativi, ma ancor più quelli che in Grecia non possono contare più sulla motonave della Egnatia Seaways, bloccata nel porto di Igoumenitsa, per rientrare a casa.

Va ricordato, poi, che era prevista per oggi la seconda partenza da Brindisi del traghetto Larks per la Grecia che rientra nei cinque che sono stati annullati fino al 19 agosto prossimo. Il comandante della capitaneria di porto di Brindisi, Mario Valente, per evitare che si creino situazioni di emergenza e per garantire ausilio a tutti coloro che necessitano informazioni, ha comunicato che di concerto con l’ufficio relazioni esterne del comando generale delle capitanerie di porto ha messo a disposizione di tutti i vacanzieri (sono più di 5.000, secondo le stime) che hanno acquistato un biglietto di viaggio a bordo della Larks una mail: in particolare connettendosi al sito ufficiale della capitaneria di Brindisi c’è una sezione dedicata alla ‘avaria della motonave Larks’ attraverso la quale potranno essere inviate le proprie richieste.

In serata sarebbero dovuti partire da Brindisi altri 600 viaggiatori. La Capitaneria sta anche monitorando se qualcuno di loro sta raggiungendo comunque Brindisi al fine di fornire le comunicazioni del caso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traghetto in avaria: la capitaneria attiva mail per assistenza vacanzieri

BrindisiReport è in caricamento