Furto di una maglietta e di un televisore, denuncia per un giovane e due donne

Una t-shirt del valore di poco più di cinque euro, a suo dire dimenticata addosso durante la prova di vari capi di abbigliamento, è costata una denuncia per furto aggravato a un 21enne Brindisino. Dello stesso reato sono accusate anche due donne del posto che avrebbero invece rubato un televisore del valore di 600 euro da un supermercato

BRINDISI – Una t-shirt del valore di poco più di cinque euro, a suo dire dimenticata addosso durante la prova di vari capi di abbigliamento, è costata una denuncia per furto aggravato a un 21enne Brindisino. Dello stesso reato sono accusate anche due donne del posto che avrebbero invece rubato un televisore del valore di 600 euro da un supermercato.

L’episodio di cui si è reso responsabile il 21enne si è verificato nel pomeriggio di ieri, venerdì 9 gennaio, nel centro di abbigliamento sportivo Decathlon di Brindisi. Il giovane è stato fermato, dopo aver pagato un’altra maglietta, mentre stava per uscire dal negozio, dal personale del centro sportivo perché è entrato in funzione il sistema antitaccheggio. Sul posto è stata inviata una pattuglia del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi, al comando del tenente Luca Morrone, per gli accertamenti del caso. Ai carabinieri il 21enne ha spiegato che si era trattato di una “semplice” dimenticanza. La t-shirt oggetto di furto l’aveva provata insieme ad altri capi di abbigliamento ma poi aveva dimenticato di sfilarla e rimetterla negli scaffali.

Rimanendo sempre in tema di furti, come già a accennato, i carabinieri della stazione di Brindisi principale, invece,  a conclusione di un’accurata attività di indagine hanno denunciato due donne, A.D.L. 46 anni e N.C. 24 anni, per furto aggravato in concorso. I militari hanno accertato lo scorso 5 gennaio avevano asportato, approfittando di un momento di distrazione delle cassiere, un televisore del valore di circa 600 euro dall'interno del supermercato Eurospar di viale Aldo Moro a Brindisi. Le due sono state incastrate dalle telecamere installate nel supermercato.

Sempre nel capoluogo, invece, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia nell'ambito di servizi finalizzati al controllo delle persone sottoposte alle misure di sicurezza e prevenzione, hanno denunciato un 36enne del posto G.G. per inosservanza dei provvedimenti dell'aurotità. Già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso in compagnia di persone controindicate, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Il ballerino Alessandro Cavallo entra nella scuola di "Amici" di Maria De Filippi

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Addio a Fabio D'Aprile: lutto nel basket brindisino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento