Cronaca

Un maiale attraversa la rotatoria: traffico in tilt. Intervenuti anche i vigili del fuoco 

Momenti di paura ma anche mista a stupore poco dopo le 17 di oggi alla rotatoria di via Appia nota come “incrocio della morte” dove la strada improvvisamente è stata attraversata da una grossa scrofa che ha mandato il traffico il tlt

BRINDISI – Momenti di paura ma anche mista a stupore poco dopo le 17 di oggi alla rotatoria di via Appia nota come “incrocio della morte” dove la strada improvvisamente è stata attraversata da una grossa scrofa che ha mandato il traffico il tlt. Immediata la segnalazione alla polizia municipale, ai vigili del fuoco e al centralino del 113. Il maiale vvff-2primo ad avvistare il maiale sarebbe stato un autista della Stp. Fortunatamente l’insolito attraversamento non ha provocato incidenti, gli automobilisti che hanno incrociato l’animale sono riusciti a schivarlo.

Poco dopo lo stesso si è diretto nel parcheggio del vicino lavaggio (Scapecchi) e si è accucciato in un angolo. Gli agenti della municipale hanno coordinato il traffico mentre i vigili del fuoco hanno presidiato la zona per evitare la fuga del maiale. Sul posto anche il personale del Servizio veterinario dell’Asl che ha richiesto l’intervento di un mezzo speciale dedicato al trasporto di animali. Al momento non è stato chiarito da dove è fuggito.  

VIDEO: LA CATTURA DEL MAIALE

I primi ad avvistare la scrofa sono stati tre controllori della Stp (Michele Curci, Marco Faggiano e Cataldo Montemurro) che si stavano ritirando a bordo di un’auto di servizio dopo aver finito il turno lavorativo. “Provenivamo – dichiarano i tre – dal prolungamento di via Cappuccini. Non appena abbiamo imboccato la bretella di collegamento fra la strada dei Pittachi e l’incrocio della morte, abbiamo notato un grosso maiale che procedeva in mezzo alla strada”. 
IMG_2549-2Uno dei controllori, intuendo i potenziali pericoli per la sicurezza degli automobilisti e della stessa scrofa, si è posizionato all’incrocio fra la strada dei Pittachi e via Cappuccini per bloccare l’auto che procedevano verso il rondò della strada statale 7. I suoi colleghi, utilizzando l’auto, sono riusciti a far entrare l’animale all’interno dell’autolavaggio Scapecchi, dove hanno atteso l’arrivo degli enti competenti. 

Nel giro di pochi minuti si sono recati sul posto: vigili del fuoco, vigili urbani, una pattuglia di poliziotti della Sezione Volanti e il veterinario Donato Sole, del servizio Veterinario dell’Asl. L’esemplare, con le mammelle piene di latte, si era acquattato in un angolo dell’autolavaggio. Non dava segni di nervosismo. Dopo circa mezz’ora è arrivato un camion per il trasporto animali.

I problemi sono iniziati quando la scrofa, vistasi circondata, ha tentato di dileguarsi. I vigili del fuoco, gli uomini della Municipale e il dottor DonatoSole hanno dovuto correre dietro al suino per tutto l’autolavaggio per  non farlo tornare sulla strada. A un certo punto, la scrofa si è rifugiata in un’aiuola che lambisce la rampa d’accesso alla circonvallazione. Qui è stato effettuato un primo tentativo di cattura al quale ha preso parte anche il responsabile degli animali del Circo Orfei (insediatosi ieri nel parcheggio del centro commerciale Ipercoop – Le Colonne), Antony Mietitore. E’ stato il brindisino Salvatore Astro a IMG_2534-2chiedere l’ausilio dei circensi. 

E quest’ultimi, in effetti, hanno dato un contributo provvidenziale. Allontanatosi dall’aiuola, il maiale è stato intrappolato con delle transenne da cantiere stradale. Con grande cautela, poi, Donato Sole è riuscito ad addormentarlo, iniettandogli una siringa di anestetico. Una volta sedata, la scrofa è stata caricata a bordo del camion da vigili del fuoco, circensi e vigili urbani. 

L’animale è stato preso in custodia dal circo, in attesa che il giudice del tribunale di Brindisi decida la destinazione più idonea. Analisi di laboratorio consentiranno di appurare il suo stato di salute. 

Certo è che tutte le persone coinvolte nella cattura hanno sudato le proverbiali sette camice, mettendo a rischio anche la loro incolumità, per fermare la scrofa, scongiurando  così grossi pericoli per la viabilità. Alla fine si sono salutati tutti con pacche sulla spalla è strette di mano. La missione, fra mille difficoltà e sotto lo sguardo di alcuni curiosi, è stata portata a termine. La provenienza della scrofa è ancora da chiarire. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un maiale attraversa la rotatoria: traffico in tilt. Intervenuti anche i vigili del fuoco 

BrindisiReport è in caricamento