Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Porto di Brindisi, sequestrati 70mila euro nascosti in un pullman per l'Albania

Attività operata dai funzionari Adm in collaborazione con i militari della compagnia di Brindisi della guardia di finanza

BRINDISI - Nell’ambito delle attività di vigilanza sulla circolazione transfrontaliera di valuta, i funzionari Adm, in servizio presso lo scalo portuale di Brindisi, hanno sventato, in collaborazione con i militari della compagnia di Brindisi della guardia di finanza, un singolare tentativo di trasferimento di valuta non dichiarata da parte di un cittadino albanese.

image008-3

Il denaro era nascosto all’interno di una botola ricavata nella scala di accesso a un pullman di linea in partenza per l’Albania, di cui il soggetto fermato era l’autista. In particolare, non sono passati inosservati ai verificatori i tasselli di nuova fattura con i quali era stata fissata la moquette di copertura di uno dei gradini della scala, divelti i quali è stato scoperto un vano contenente una busta con oltre 70mila euro non dichiarati.

L’operazione è l’ultima di una serie di controlli condotti da Adm e GdF presso gli scali portuali e aeroportuali pugliesi, in una stagione caratterizzata da una decisa ripresa del traffico passeggeri dopo il lungo lockdown provocato dall’emergenza pandemica, per un importo complessivo di valuta non dichiarata di circa 1,5 milioni di euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Brindisi, sequestrati 70mila euro nascosti in un pullman per l'Albania

BrindisiReport è in caricamento