menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con sequestro di persona: dopo 12 anni, condanna definitiva

Un brindisino di 48 anni condotto in carcere. Deve scontare la parte residua di una pena pari a cinque anni

BRINDISI - La giustizia presenta il cono a un brindisino condannato in via definitiva per concorso in rapina, violenza privata e sequestro di persona. Il 48enne A.L. è stato condotto in carcere in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Brindisi. Il provvedimento restrittivo gli è stato notificato nel primo pomeriggio di ieri (venerdì 31 gennaio) dai poliziotti della Squadra Mobile di Lecce. L’uomo deve espiare la parte residua di una pena pari a cinque anni e otto mesi di reclusione.

I fatti per cui è stato emesso tale provvedimento risalgono all’agosto del 2008, quando una giovane donna venne sequestrata nell’ambito di una rapina. Il 48enne non partecipò direttamente all’evento. L’uomo, già sottoposto alla misura alternativa della detenzione della comunità Emmanuel, è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Scuola e Covid: screening e vaccini per il ritorno in classe

  • Emergenza Covid-19

    Covid nel Brindisino, il trend si inverte: decremento dei casi

  • Sport

    Basket, Final Eight: Happy Casa Brindisi ai quarti controTrieste

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento