Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Brindisino ferito: si indaga anche su tentativo di furto a Lecce

Un 19enne di Brindisi si è presentato la notte scorsa al Pronto soccorso dell'ospedale Perrino con ferite di arma da fuoco alle gambe

BRINDISI – Un 19enne di Brindisi si è presentato la notte scorsa al Pronto soccorso dell’ospedale Perrino con ferite di arma da fuoco alle gambe. Le sue condizioni non sono gravi, è stato dimesso in mattinata odierna dopo che sono stati eseguiti tutti gli accertamenti diagnostici necessari. Sul caso indagano gli agenti della Squadra mobile, guidata dal vicequestore Antonio Sfameni, della questura di Brindisi chiamati dai medici del Pronto soccorso.

Le circostanze del ferimento non sono ancora state chiarite, il 19enne è stato ascoltato dai poliziotti, sul posto si è recata anche una pattuglia della Sezione volanti, ma sulle indagini si mantiene lo stretto riserbo. Da quanto si apprende da fonti non ufficiose il ferimento potrebbe essere avvenuto a Lecce in seguito a un tentativo di spaccata verificatosi in piazza Sant’Oronzo ai danni di un’orologeria oreficeria.

Forse il 19enne è stato colpito nel corso dell'intervento della polizia, in cui sarebbero stati esplosi colpi di arma da fuoco. Ma questa è solo un’ipotesi su cui stanno lavorando i poliziotti brindisini assieme ai colleghi leccesi. La vicenda sarà più chiara quando saranno visionate le videoregistrazioni delle telecamere installate nel centro storico del capoluogo salentino che potrebbero aver ripreso la scena della spaccata e forse anche gli autori.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento i colpi messi a segno nella notte nel Leccese che potrebbero avere legami con il ferimento del 19enne sono due, uno compiuto ad Arnesano e l'altro a Lecce. In entrambi i casi ad agire sarebbe stata una banda a bordo di un'Audi A3 senza targa posteriore, i fatti si sono verificati tra le 3 e le 4. Ad Arnesano è stato preso di mira un bar: con un fuoristrada Jeep Cherokee, rubato sul posto poco prima, è stata divelta la saracinesca. La banda, composta da almeno 4 persone è poi fuggita a bordo dell'Audi lasciando il veicolo rubato sul posto. Una pattuglia dell'istituto di vigilanza Alma Roma avrebbe incrociato l'Audi A3 senza targa posteriore mentre procedeva a folle velocità nel centro abitato di Arnesano. 

Poco dopo la stessa auto è ricomparsa in piazza Sant'Oronzo davanti la gioielleria "Musardo" il cui ingresso è in via Biccari. Il gruppo di malviventi armato di accetta e martello ha scassinato la vetrina arraffando i gioielli esposti, in quel momento è piombata la polizia, i bandini sono entrati in auto, allertati da un complice che fungeva da palo, per fuggire e sembrerebbe che uno di essi abbia puntato una pistola contro un agente che ha risposto esplodendo un colpo a scopo intimidatorio. Poi al Perrino di Brindisi è giunto un 19enne con ferite di arma da fuoco alle gambe. Ferite lievi, il giovane è stato colpito "di striscio", se dal proiettile esploso dal poliziotto delle Volanti di Lecce sarà accertato nelle prossime ore. 

Articolo aggiornato alle 12

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisino ferito: si indaga anche su tentativo di furto a Lecce

BrindisiReport è in caricamento