menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La carcassa della Lancia Y

La carcassa della Lancia Y

Brucia auto vicecomandante vigili

SAN PIETRO VERNOTICO - Nuovamente nel mirino dei piromani il vicecomandante della polizia locale di Torchiarolo, Antonio Palombo. Dopo l'incendio che la sera del 9 aprile scorso (giorno di Pasquetta) distrusse la sua Fiat Croma, questa notte è stata incendiata la Lancia Y intestata alla figlia Maria Antonietta, parcheggiata di fronte all'abitazione del vigile urbano, in via Giravolte a San Pietro Vernotico.

SAN PIETRO VERNOTICO - Nuovamente nel mirino dei piromani il vicecomandante della polizia locale di Torchiarolo, Antonio Palombo. Dopo l'incendio che la sera del 9 aprile scorso (giorno di Pasquetta) distrusse la sua Fiat Croma, questa notte è stata incendiata la Lancia Y intestata alla figlia Maria Antonietta, parcheggiata di fronte all'abitazione del vigile urbano, in via Giravolte a San Pietro Vernotico.

Sul posto oltre ai vigili del fuoco si sono recati i carabinieri della locale stazione che hanno proceduto con i rilievi di rito. Sul posto non sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile ma l'ipotesi che dietro a questo secondo rogo ai danni del pubblico ufficiale ci sia la matrice dolosa è quella più avallata dagli investigatori. Anche perché gli attentatori ormai da tempo si avvalgono di altri sistemi, come le tavolette di combustibile solido o piccoli stracci imbevuti di benzina accanto agli pneumatici.

Ufficialmente, sia quello della scorsa notte che il primo attentato incendiario non siano legati all'attività lavorativa di Palombo. Il vigile urbano avrebbe dichiarato di non aver mai ricevuto minacce e di non essere mai stato avvicinato da malviventi o personaggi legati alla criminalità. Le indagini, comunque, non escludono nessuna ipotesi e comprendono anche la vita privata di Palombo, come avviene per prassi in casi simili.

La Lancia Y si è combusta totalmente. In via Giravolte, una stradina stretta che si affaccia nella centralissima via Brindisi, poco dopo la mezzanotte scorsa si sono vissuti veri e propri momenti di panico. Le fiamme che divoravano l'utilitaria erano alte e impetuose e il fumo ha invaso tutta la via. I residenti si sono precipitati per strada in preda alla paura. Ma Palombo non si era accorto di nulla fino a quando una vicina di casa non ha bussato alla parete della sua abitazione.

Poco dopo sul posto è giunta una squadra dei vigili del fuoco che ha riportato la situazione alla normalità. Dell'auto, però, è rimasta solo la carcassa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento