menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto e la moto danneggiate dall'incendio

L'auto e la moto danneggiate dall'incendio

Bruciano l'auto a una commerciante

BRINDISI - Nove attentati in 19 giorni. Continua l'escalation di roghi d'auto a Brindisi. Dopo quello di domenica a mezzanotte contro la Fiat Punto di Carmelo Grassi responsabile del personale di Manutencoop, fiamme di origine dolosa distruggono la Citroen C3 della 45enne brindisina Antonella D'Addario, moglie dell'avvocato civilista Giovanni Zinzeri. Le fiamme sono divampate intorno alle 3 del mattino nel cortile condominiale di via Duca Degli Abruzzi al quartiere Casale.

BRINDISI - Nove attentati in 19 giorni. Continua l'escalation di roghi d'auto a Brindisi. Dopo quello di domenica a mezzanotte contro la Fiat Punto di Carmelo Grassi responsabile del personale di Manutencoop, fiamme di origine dolosa distruggono la Citroen C3 della 45enne brindisina Antonella D'Addario, moglie dell'avvocato civilista Giovanni Zinzeri. Le fiamme sono divampate intorno alle 3 del mattino nel cortile condominiale di via Duca Degli Abruzzi al quartiere Casale.

Fiamme di chiara origine dolosa dal momento che i rilievi della polizia, insieme con quelli dei vigili del fuoco - intervenuti sul posto per domare l'incendio - hanno accertato che erano state piazzate alcune tavolette di diavolina sulla ruota sinistra del mezzo. Il rogo sarebbe partito proprio da quel punto e dopo aver avvolto l'auto ha lambito anche una motocicletta Honda Transalp parcheggiata accanto che è stata in parte danneggiata.

Indagini sono in corso per chiarire chi abbia agito e perchè e se dietro il gesto si celi qualche messaggio a quali dei due coniugi sia indirizzato. La proprietaria della C3 è infatti una commerciante che gestisce un negozio di alimentari sempre al Casale, in via Ammiraglio Cagni. Il marito, come già detto, è un legale. Intanto dopo la quarta auto chje gli è stata bruciata nell'arco di nove mesi in due distinti attentati parla il 38enne Carmelo Grassi, responsabile del personale di Manutencoop, per dirsi determinato e pronto a non arretrare di un millimetro di fronte a chi tenta di intimidirlo. Le indagini sono concentrate sull'attività lavorativa di Grassi, che ha incontrato ostacoli sin dall'inizio (Manutencoop gestisce i servizi ausiliari all'ospedale Perrino).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo capannone: cantiere sotto sequestro, si indaga sulla dinamica

  • Attualità

    Polveri sottili in Puglia: nel Brindisino il record di superamenti

  • Incidenti stradali

    Tamponamento sulla superstrada: sul posto anche i vigili del fuoco

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento