rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

Caccia al latitante e alla sue coperture

ORIA – Nuove accuse per i fratelli Antonio e Angelo Zanzarelli, di 37 e 39 anni, sorvegliato speciale l'uno e latitante l'altro. Il primo è stato arrestato e il secondo denunciato in stato di irreperibilità, entrambi per violenza o minaccia a pubblico ufficiale.

ORIA ? Nuove accuse per i fratelli Antonio e Angelo Zanzarelli, di 37 e 39 anni, sorvegliato speciale l'uno e latitante l'altro. Il primo è stato arrestato e il secondo denunciato in stato di irreperibilità, entrambi per violenza o minaccia a pubblico ufficiale in concorso pluriaggravata, lesioni personali e danneggiamento pluriaggravato in concorso.

Angelo Zanzarelli è ricercato dal 21 maggio scorso dopo essere sfuggito all'arresto nell'operazione denominata "Airo", condotta dalla compagnia di Francavilla Fontana e conclusasi con l'arresto di 18 soggetti responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata ad estorsione, furto aggravato, sostituzione di persona, truffa, ricettazione, detenzione illecita di sostanze stupefacenti ed altro.

Nel pomeriggio di ieri i fratelli Zanzarelli, uno residente in via Manduria e l'altro in via Tripoli a Oria, sono stati intercettati dai militari del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana, a bordo di un'Audi A3 (dissequestrata da qualche settimana dopo un fermo amministrativo), condotta da Antonio Zanzarelli (senza patente, perchè revocata), mentre girovagavano per le vie del centro storico.

All'alt intimato dai militari, i due hanno tentato la fuga ma sono subito stati inseguiti dai carabinieri, e vistisi ad un certo punto in trappola, hanno speronato l'auto di servizio che era riuscita a presentarsi di fronte all'Audi in una strada molto stretta provocando uno scontro quasi frontale. Subito dopo l'impatto Angelo Zanzarelli ha lasciato l'abitacolo riuscendo a dileguarsi a piedi per le vie limitrofe, probabilmente infilandosi in qualche abitazione.

Il fratello Antonio è stato bloccato e trasferito in caserma e poi, su disposizione del pubblico ministero di turno Valeria Farina Valaori, arrestato e condotto in carcere. Nell'impatto i due carabinieri dell'equipaggio, sono rimasti feriti. Da ieri pomeriggio Oria è assediata da militari in servizio e in borghese, si cerca il latitante, che purtroppo può contare - secondo gli investigatori - su numerosi appoggi soprattutto nel centro storico della cittadina.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia al latitante e alla sue coperture

BrindisiReport è in caricamento