Cronaca Ceglie Messapica

Esplode una fucilata per sfuggire ai forestali: arrestato un cacciatore

L'uomo è stato sorpreso con un fucile da caccia calibro 12 marca Beretta illegalmente detenuto, due tordi appena uccisi e un richiamo acustico elettrico

BRINDISI – Durante la fuga ha esploso un colpo di fucile contro i forestali, senza colpirli. Ma grazie anche all’intervento dei carabinieri, è finito con le manette ai polsi un cacciatore di Ceglie Messapica, il 56enne Michele De Marco, sorpreso nella giornata di ieri (6 novembre) con un fucile da caccia calibro 12 marca Beretta illegalmente detenuto, due tordi appena uccisi e un richiamo acustico elettrico.

L’uomo stava effettuando una battuta di caccia in località Carbone, nelle campagne di Ceglie Messapica. Alla vista degli uomini del Corpo Forestale, il 56enne ha tentato la fuga, sparando un colpo. Nel giro di pochi minuti, però, i militari della locale stazione, nel frattempo allertati dalla Forestale, sono riusciti a bloccare il fuggitivo.

Questi, una volta espletate le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime di domiciliari, con l’accusa di furto aggravato di fauna selvatica mediante il suo abbattimento, uso illegale di richiamo acustico, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplode una fucilata per sfuggire ai forestali: arrestato un cacciatore

BrindisiReport è in caricamento