menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cade dal marciapiedi dopo aggressione e viene anche investito

Episodio di violenza inaudita in via Giosuè Carducci al quartiere Paradiso, a Brindisi

Articolo in aggiornamento

BRINDISI – Aggressione di violenza inaudita stamani in via Carducci al quartiere Paradiso di Brindisi, dove un uomo di 60 anni, Teodoro Capasa, è stato prima picchiato mentre tentava di difendere il figlio, poi investito mentre era steso sull'asfalto. La scena è stata interamente ripresa da alcune videocamere di sorveglianza. Il ferito è giunto in ospedale in codice rosso, mentre uno dei due aggressori è stato fermato per concorso in tentato omicidio dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia cittadina, ed è a disposizione del pm di turno. Si tratta di Gianluca Polito di 44 anni. Sembra che l'aggressore fermato e il ferito siano parenti acquisiti, e più precisamente cognati.

Grazie alla prontezza di um agente della Polizia locale giunto dal vicino comando assieme ad una pattuglia inviata e diretta dal comandante Antonio Orefice, le registrazioni delle videocamere sono state subito esaminate. Si nota il sessantenne che deambula con l'aiuto delle stampelle sul marciapiedi, mentre il figlio si avvicina alla propria auto. Improvvisamente sopraggiunge una Fiat Multipla, da cui scendono Gianluca Polito e un secondo individuo, che attaccano a sprangate l'altro giovane. Teodoro Capasa, muovendosi come può, si avvicina per difendere il figlio, brandendo una stampella, ma viene sopraffatto, perde l'equilibrio e cade disteso sull'asfalto.

In quel frangente, dato il sopraggiungere di amici del giovane preso di mira, i due aggressori rimontano in auto e fuggono, ma passano sopra il pensionato invalido, inseguiti dalle persone accorse. Successivamente (un'ora dopo circa) Polito viene raggiunto dai carabinieri del Norm della compagnia di Brindisi e condotto in caserma. Sul movente della vicenda, sull'intenzionalità dell'investimento, e su tutti gli altri particolari di interesse investigativo sono in corso accertamenti.

A Capasa sono state diagnostica fratture alle costole, con prognosi di 30 giorni. L'uomo è stato trasferito presso l'ospedale Vito Fazzi di Lecce. Il figlio è stato dimesso dopo gli esami del caso, con prognosi di sette giorni.

Articolo aggiornato alle ore 9,03  del 17 giugno

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Attualità

San Sebastiano, riconoscimento all'ex comandante Pietro Goduto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento